Archivi categoria: Spazio corpo e potere

Teatro Darkroom 7 euro e 51 centesimi per una bandiera italiana di e con Marco De Meo


teatro Marco De Meo Darkroom Spazio Tadini Teatro. All’ interno della sezione teatro-danza-musica curata da Federicapaola Capecchi, torna a Spazio Tadini Darkroom € 7.51 per una bandiera italiana. Lo spettacolo debuttò a Spazio Tadini il 10 marzo 2012 all’interno del progetto Spazio, corpo e potere – un’ idea di Federicapaola Capecchi e Francesco Tadini – e replica ora nella sua nuova versione, con la consulenza alla regia di Danio Manfredini. Continua a leggere Teatro Darkroom 7 euro e 51 centesimi per una bandiera italiana di e con Marco De Meo

Danza e teatro: Sara Pulici con Cherchez la femme per Spazio, corpo e potere


Cherchez-la-femme_Spazio Tadini_2013-onlineDanza e teatro sono di casa a Spazio Tadini. All’interno della ricca programmazione di appuntamenti che proponiamo ogni anno, questo mese di giugno vede gli ultimi appuntamenti – di spettacolo – del progetto Spazio, corpo e potere. Le interviste dal vivo proseguiranno, invece, anche nella prossima stagione 2013/2014.

Sabato 22 giugno 2013, alle ore 21, in scena è Sara Pulici, danzatrice e performer residente in Svizzera che collabora da anni con Jean Daniel Fricker e la compagnia da lui fondata in Francia. Presenta Cherchez la femme, un percorso nei risvolti e nei disagi del corpo femminile, un corpo che non cerca spettatori ma testimoni, che l’accompagnino nello svelamento della propria vulnerabilità, della propria verità opaca, del proprio senso di colpa per un’identità disassemblata. Continua a leggere Danza e teatro: Sara Pulici con Cherchez la femme per Spazio, corpo e potere

Fattoria Vittadini presenta a Spazio Tadini “iLove”, all’interno di Spazio, corpo e potere.


iLove, Spazio Tadini, Spazio, corpo e potere
Cesare Benedetti e Riccardo Olivier, iLove

Federicapaola Capecchi, ideatrice insieme a Francesco Tadini, del progetto Spazio, corpo e potere, ha scelto di inaugurare il nuovo ciclo 2013,  di spettacoli del progetto, con il duetto iLove di e con Cesare Benedetti e Riccardo Olivier/Fattoria Vittadini. Continua a leggere Fattoria Vittadini presenta a Spazio Tadini “iLove”, all’interno di Spazio, corpo e potere.

Paesaggio di una battaglia, performance di container teatro: mercoledì 19 e giovedì 20 dicembre 2012


All’interno della Stagione Spettacoli Spazio Tadini 2012/2013 , progetto SPAZIO, CORPO E POTERE, mercoledì 19 e giovedì 20 dicembre 2012, alle ore 20:30 si terrà la performance PAESAGGIO DI UNA BATTAGLIA (Conversazione) – di Container Teatro.


massimo 20 spettatori: obbligatoria la prenotazione federicapaola@spaziotadini.it

Coversazione_Performance

Quali meccanismi vengono utilizzati per la costruzione degli stereotipi di genere, quali fragilità utilizzate e ostentate, quali conflitti entrano in campo tra il punto di vista maschile e quello femminile quando veniamo interrogati su temi come la paura, la gioia, la violenza, il sesso?  Chi è soggetto consumatore oggi, chi è oggetto consumato? Quali sono stati nel nostro paese i condizionamenti, le distorte sovrastrutture mentali, le paure instillate da un uso repressivo della religione e della politica? Come cambia la nostra opinione personale quando ci confrontiamo con gli altri? Cosa si prova quando ci si confronta con un altro sguardo?

Di e con: container teatro

Produzione:  fattore k e container

Spettacolo A_MANTIDE di Maurizio Argàn: RIMANDATO CAUSA NEVE


ATTENZIONE: LO SPETTACOLO A_MANTIDE di e con Maurizio Argàn, Teatro della Centena di Rimini,  previsto per Sabato 15 e domenica 16 dicembre 2012 E’ RIMANDATO, CAUSA NEVE/  TRASFERTA DELLA COMPAGNIA EMILIANA, A VENERDì 25 E SABATO 26 GENNAIO 2013.

A_Mantide, Spazio, corpo e potere, Spazio Tadini

GIRLS, GIRLS, GIRLS #2 di Giulia Abbate: mercoledì 12 dicembre 2012


Girls Girls Girls #2, Spazio Tadini, Spazio Corpo E PotereAnteprima in forma di Studio aperto al pubblico  ( Il debutto avverrà a Gennaio 2013)

 

SPAZIO, CORPO E POTERE

 

presenta

 

Girls Girls Girls #2: 

 

 

GIRLS GIRLS GIRLS #2, all’interno di Spazio, corpo e potere, esce in forma di Studio aperto per la giornata di mercoledì 12 dicembre 2012, ore 20:45.

 

Sabato 15 e Domenica 16 dicembre, alle ore 18:30, invece prenderà anche la forma di una performance di cui non sveliamo nessun dettaglio perché vi invitiamo a viverla “in diretta”. Continua a leggere GIRLS, GIRLS, GIRLS #2 di Giulia Abbate: mercoledì 12 dicembre 2012

Compagnia Atopos: laboratorio teatrale a Spazio Tadini dal 6 al 9 dicembre 2012


Spazio, corpo e potere, Laboratorio Teatrale, Compagnia Atopos, Spazio Tadini
Laboratorio Teatrale Compagnia Atopos

All’interno del progetto Spazio, corpo e potere, si svolgerà dal 6 al 9 dicembre 2012, il Laboratorio Teatrale della Compagnia Atopos sull’identità di gener*

La compagnia teatrale Atopos, vincitrice del Premio Tuttoteatro.com Alle Arti Sceniche “Dante Cappelletti” 2010 con lo spettacolo Variabili Umane sull’identità di genere, propone un laboratorio teatrale rivolto ad attori, danzatori e artisti dai diversi linguaggi espressivi, ma anche a tutti coloro che sono curiosi di sperimentare le proprie possibilità creative indagando sulla propria identità, e in particolare sulle proprie componenti maschile e femminile.

Il laboratorio teatrale è diretto da Marcela Serli con la collaborazione di Irene Serini, Cesare Benedetti, Noemi Bresciani, con la partecipazione di Laura Caruso e Antonia Monopoli.

Spazio Tadini spettacoli: CONVERSAZIONE, Perfomance del progetto Girls Girls Girls di Giulia Abbate e Fabrio Cherstich per la rassegna Spazio Corpo e Potere


Conversazione

performance di Container teatro all’interno del progetto “Girls Girls Girls” per Spazio corpo e potere

di Giulia Abbate e Fabio Cherstich

con la collaborazione di Edy Quaggio

Spazio Tadini – 21 e 22 Giugno, dalle ore 21A Spazio Tadini: Girls, Girls , Girls di Giulia Abbate e Fabio Cherstich  con la collaborazione di Edy Quaggio Quali meccanismi vengono utilizzati per la costruzione degli stereotipi di genere, quali fragilità utilizzate e ostentate, quali conflitti entrano in campo tra il punto di vista maschile e quello femminile quando veniamo interrogati su temi come la paura, la gioia, la violenza, il sesso?  Chi è soggetto consumatore oggi, chi è oggetto consumato? Quali sono stati nel nostro paese i condizionamenti, le distorte sovrastrutture mentali, le paure instillate da un uso repressivo della religione e della politica? Che effetto fa riascoltare quello che si è affermato se riproposto in un contesto diverso da quello originario? Come cambia la nostra opinione perosnale quando ci confrontiamo con gli altri? Cosa significa confrontarsi con un altro sguardo? 

A pratire da queste domande nasce la performance  “Conversazione”  che è parte del progetto  “Girls Girls Girls” della compagnia container.

Girls Girls Girls

è uno spettacolo che nasce dall’incontro con il documentario di Lorella Zanardo “Il corpo delle donne”.
Il 60% del pubblico televisivo è composto da donne. L’immagine del corpo femminile in televisione è offerto come bene di consumo. Al pari di molte altre cose.
Ci sarà allora un consumatore e un consumato? E come ci mettiamo in vendita,
come compriamo?

Girls riflette e analizza le immagini della televisione e cerca un cortocircuito nell’unidirezionalità dell’odierno immaginario. Girls a dispetto del titolo, non rappresenta solo lo stereotipo di genere sulla mercificazione televisiva del corpo della donna. Esso mostra come, in una televisione completamente a servizio degli istinti più bassi, anche l’uomo non abbia più solo il ruolo di soggetto consumatore, ma anche quello di oggetto consumato, anche gli uomini diventano delle Girls.

“Buono soltanto a consumare, il corpo, è nello stesso tempo il più lussuoso dei beni di consumo attualmente in circolazione, la merce-faro che serve a vendere tutte le altre, il sogno finalmente realizzato del più fantasioso dei commercianti: la merce autonoma che parla e cammina, la cosa finalmente vivente”.¹

¹ Elementi per un teoria della jeune-fille, Tiqqun, Bollati Boringhieri, 2003