Archivi tag: stefano roveda

Teatrodanza: lo spettacolo AB [Against Bodies] replica in occasione della Giornata Giustizia e Diritti


Giornata-Mondiale-Danza-2013-SpazioTadini-AB[Against Bodies]
AB [Against Bodies] di Federicapaola Capecchi

Giovedì 27 giugno, dalle ore 18 alle ore 22.30, a Spazio Tadini avrà luogo una serata dedicata al tema della Giustizia e sulla condizione carceraria. L’evento è a cura dell’associazione PER I DIRITTI UMANI e di SPAZIO TADINI, con FRANCESCO TADINI e con la collaborazione dell’Associazione Antigone e di Naga.

È in questo contesto che replica, alle ore 21, lo spettacolo di teatrodanza AB [Against Bodies] della compagnia OpificioTrame. Uno spettacolo che mette in primo piano il corpo, il suo significato sociale, il suo “esistere oggi” toccando vari aspetti come la guerra, l’uso commerciale, la detenzione (in varie forme), la percezione individuale del corpo alterata da canoni estetici e da una cultura che penalizza o altera il corretto equilibrio tra mente e corpo. Continua a leggere Teatrodanza: lo spettacolo AB [Against Bodies] replica in occasione della Giornata Giustizia e Diritti

Giornata Mondiale della Danza: spettacolo AB [Against Bodies]


OpificioTrame spettacolo AB [Against Bodies]
AB [Against Bodies]
Ogni giornata, della tre giorni della Giornata Mondiale della Danza 2013 a Spazio Tadini chiude, alle ore 21, con uno spettacolo.

Sabato 27 aprile 2013, dopo i giovani danzatori alle ore 19:30, dopo L’OSPITE alle ore 20, alle ore 21 va in scena lo spettacolo AB [Against Bodies] della compagnia milanese OpificioTrame. Continua a leggere Giornata Mondiale della Danza: spettacolo AB [Against Bodies]

Giornata Mondiale della Danza 2013: spettacolo Studio coreografico su L’occhio della pittura di Emilio Tadini


Coreografia d'Arte 2012, L'occhio della pittura di Emilio Tadini Nella tre giorni Giornata Mondiale della Danza 2013 a Spazio Tadini, nel Salone che ospita la mostra E_Motion: Motus Animae di Renato Cerisola, la sera, alle 21 è il momento della sezione LO SPETTACOLO.

Lunedì 29 aprile 2013 in scena sarà lo Studio coreografico su L’occhio della pittura di Emilio Tadini della compagnia OpificioTrame. Continua a leggere Giornata Mondiale della Danza 2013: spettacolo Studio coreografico su L’occhio della pittura di Emilio Tadini

Danza e movimento: dal 14 gennaio a Spazio Tadini un corso aperto a tutti


OpificioTrame Spettacoli, E Ancora, su Emilio Tadini, Teatro Comunale di Cantu, Foto di Fabio Bortot
OpificioTrame, spettacolo E Ancora, su Emilio Tadini, Teatro Comunale di Cantu, Foto di Fabio Bortot, nella foto: Simone Belli, Stefano Roveda, Maurizio Corbella

Danza e movimento: dal 14 gennaio a Spazio Tadini un corso aperto a tutti

Un corso per tutti coloro che non hanno esperienza di danza ma che sono attratti e interessati ad usare il corpo, il suo linguaggio e potenzialità e il movimento. Continua a leggere Danza e movimento: dal 14 gennaio a Spazio Tadini un corso aperto a tutti

Alle ore 21 del 28 e del 29 aprile in occasione della giornata mondiale della danza, J’AI PAS Primo Studio compagnia OpificioTrame


 SPAZIO, CORPO E POTERE: Stagione Spettacoli 2011/2012 sesto appuntamento

J’AI PAS S…

SABATO 28 APRILE ore 21

e

29 aprile alle ore 21 con la proeizioni di AB (Against Body)

Primo Studiocompagnia OpificioTrame, di Federicapaola Capecchi, con Federicapaola Capecchi e Stefano Roveda

Federicapaola Capecchi per Coreografia d'arte

L’attenzione, in questo primo studio ancora in corso, si è soffermata e soppesata su una parola: esclusione. L’atto, l’effetto dell’escludere; lasciar fuori, non ammettere. Rappresentava una ricerca precisa, strettamente ancorata allo spazio, e a quello scenico, e in quel mentre ci siamo trovati, forse, in un altro itineriaro: quello che consiste nel prendere atto di un ambiente, di una condizione sociale, di un confine psicologico, che è poi il solo ad accomunare, a volte, uomini altrimenti dissimili: l’esclusione. Non siamo riusciti a non sentirla come qualcosa che, oggi, incombe e preme più che mai sulla nostra società.

Presi dalle indagini di Spazio, corpo e potere, abbiamo sposato la visione di Peter Brook “l’architettura lavora nella durata mentre il teatro agisce nell’urgenza” e l’urgenza per noi, oggi, è la logica del vivente, degli esseri umani. Sempre meno umani, sempre più esclusi, anche da sé e dal proprio corpo.

Lasciamo volutamente lo spazio vuoto, ma non nel senso orientale come risultato di una progressiva eliminazione, come acquisizione e non premessa, bensì lo lasciamo vuoto a rimarcare un’indifferenza che ci circonda: un’indifferenza, una vera e propria latitanza della coscienza di tutto un contesto, di tutto uno spazio.

 Ah…rileggendo Kafka è rimasta impressa una frase … “gabbia cerca prigioniero”, che viene voglia, però, di giocare al contrario, capovolta, come provocazione un altro passo: prigioniero cerca gabbia.

Giornata mondiale della Danza 29 aprile 2012 a Spazio Tadini: workshop di Contact e spettacolo serale


SOTTO PELLE

Dalle ore 10.30 alle 14 workshop di teatrodanza e contact: aperto a tutti: danzatori, attori, performer e a tutti coloro che ne hanno curiosità.

Alle ore 21 J’AI PAS…S I°Studio: Federicapaola Capecchi e Stefano Roveda insieme in una performance di danza sul concetto di esclusione in relazione al progetto Spazio Corpo e Potere.

Sono aperte le iscrizioni al workshop parte da e rialbora materiali dello spettacolo Sous la peau peut toucher…ideato da Federicapaola Capecchi su ispirazione alla opere di Gianfranco Testagrossa per Coreografia d’Arte 2010. Durante questo workshop si affronteranno due strade, quella del teatrodanza e del contact. Strumenti pratici e  teorici di lavoro sul corpo, studio e approfondimento. Potenziamento e affinamento della coscienza corporea, considerando anche alcuni elementi che definiscono la realtà circostante: spazio, musica/silenzio, la presenza di un gruppo. Energia, ritmo, tempo, movimento, uso dello spazio. Il peso e l’assenza del peso nel corpo, attraverso il movimento e la manipolazione di esso e del suo centro. Affronteremo inoltre l’importanza di alcuni principi della cinetica applicata, il supporto esterno, il rapporto col suolo, il ritardo, l’anticipo, l’attrito, l’ondulazione e l’oscillazione. Alcuni accenni di biomeccanica e di uso e distribuzione del peso e della gestione funzionale dello scheletro in movimento. La consapevolezza spaziale, la memoria e il senso della forma.

La contact improvisation come approccio globale al corpo e interrogativo principe sui processi creativi e motori percettivi. Un’ esplorazione. Flusso d’energia che scorre fra corpi, pressione e spostamento del peso. L’altro: un territorio fatto di sorprese e imprevisti, di limiti e di abitudini percettive. Pensiero e azione insieme. Per sviluppare in ciascuno la coscienza della propria specificità e dei propri bisogni, senza dimenticare l’appartenenza ad un gruppo. Tempo, spazio, qualità, dinamica, codici comuni. Sotto pelle…perché dalla tecnica e con la tecnica cerchiamo di andare oltre, più in profondità, verso un gesto,  una qualità,  danza e linguaggio vissuto, che arriva dal corpo e vi respira, senza artifici e automatismi.

Per le iscrizioni: federicapaola@spaziotadini.it (costo 35 euro).

Spazio Tadini è un’associazione non profit di Milano fondata da Melina Scalise e Francesco Tadini