Archivi categoria: coreografia

Danza, Federicapaola Capecchi – BodyGame mercoledì 23 maggio 2018


Danza, teatrodanza e la mostra Il corpo di tutti. Mercoledì 23 maggio 2018, ore 21 @Casa Museo Spazio Tadini

All’interno della Mostra Il corpo di tutti – a cura di Melina Scalise – con la Rassegna Il teatrodanza di Federicapaola Capecchi  mercoledì 23 maggio 2018, alle ore 21, va in scena BODYGAME. Una riflessione sul corpo e sulla relazione uomo donna, in varie sue sfaccettature, che ben si presta a dare un contributo alle tematiche affrontate dalla mostra.

danza-BODYGAME-PROVE-Simone-Belli-Federicapaola-Capecchi
BODYGAME, Federicapaola Capecchi, Simone Belli, Frame da Video di Francesco Tadini

BODYGAME

Oggi vorremmo solo che vi sedeste e provaste a sentire ciò che accade come qualcosa di personale. Senza riempirvi di troppe parole.

Questo è solo l’inizio di un lungo cammino verso la nuova produzione: saremo in 5 e stasera ne vedete 2; sviluppiamo temi per me fondamentali – già iniziati in due spettacoli, AB [Against Bodies] e CORPO 2.0, e nel progetto Spazio Corpo e Potere

[quale corpo oggi? Il suo significato sociale? Oggi, cosa è il corpo? Cosa sta diventando? Che posto ha? oggi il corpo è uno spazio di confine, di conflitto, o di ri-generazione? Esiste lo spazio dell’uomo? Le relazioni tra gli individui? I rapporti umani?]

danza-BODYGAME-PROVE-Simone-Belli-Federicapaola-Capecchi
BODYGAME, Federicapaola Capecchi, Simone Belli, Frame da Video di Francesco Tadini

Questa sera iniziamo a dare spazio al corpo, noi che lo sveliamo, voi che lo accogliete.

danza-BODYGAME-PROVE-Simone-Belli-Federicapaola-Capecchi
BODYGAME, Frame da Video di Francesco Tadini

Proviamo. Provate. Noi partiamo a mani vuote, siamo esposti, non ci difendiamo né ci mascheriamo. Il nostro corpo, il vostro corpo, il suo significato, il suo “esistere oggi”; all’interno e all’esterno di sé disposti a comunicare, a interagire con il momento in cui siamo e con le persone presenti abbandonando ogni forma autoreferenziale, in modo da potersi scambiare anche cure e attenzioni. Siamo disposti a svuotare tutta la nostra vita per qualche secondo per riorganizzarla, anche grazie a voi. Corpi veri, forse imperfetti, onesti, pieni di desiderio.

danza-BODYGAME-PROVE-Simone-Belli-Federicapaola-Capecchi
BODYGAME, Frame da Video di Francesco Tadini

Esploriamo i tempi reali di una fisicità che disegna una mappa aperta e libera. Il corpo popolato di ricordi personali e culturali, fantasie, accadimenti. Tracce che permangono nel corpo di ognuno, nella memoria, nella vita di ognuno. Perché ci sono mille contatti, anche minimi, casuali. Influenze particolari che ti entrano nel corpo e non sai dove vanno a finire.

BODYGAME, Frame da Video di Francesco Tadini

Il presente non ha forma, c’è solo corpo e movimento, nulla è statico, né sicuro, né sotto controllo. Dobbiamo fare i conti con il passato mentre progettiamo il futuro. E il presente è semplicemente lì, un attimo da cogliere in profondità. Essere in contatto davvero con il corpo, spesso, è ciò che provoca la paura. Ed è ciò che genera la bellezza. Esattamente come nella vita.  Federicapaola Capecchi

BodyGame, Federicapaola Capecchi, Simone Belli, Frame da Video di Francesco Tadini
BodyGame, Federicapaola Capecchi, Simone Belli, Frame da Video di Francesco Tadini

[…] ma che è esplosiva affermazione … che esiste qualcosa a cui fare posto: il mio corpo.” Antonin Artaud – Per farla finita con il giudizio di Dio

[…] L’idea che ho di me è che non so nulla e sento sempre qualcosa di diverso in merito a un’idea del dolore e dell’amore che non può non uscirne […]Antonin Artaud

[…] Il Teatro, l’attimo non ripetibile, il rapporto fisico con ciò che accade, la distanza minima tra chi fa e chi ne viene coinvolto sono le armi più taglienti di cui, ancora, l’umanità dispone per concedere al Tempo di vincere la battaglia con il grande Freezer Elettronico […] e, forse, anche schierarsi per una visione non retinica dell’arte, non arruolata della vita.” Francesco Tadini

danza-BODYGAME-PROVE-Simone-Belli-Federicapaola-Capecchi
BODYGAME, Frame da Video di Francesco Tadini

MERCOLEDì 23 MAGGIO 2018 – ORE 21

BODYGAME

Info e Prenotazioni: +39 02 26 11 04 81  opificiotrame@opificiotrame.orgms@spaziotadini.it

Research e Coreografia: Federicapaola Capecchi

Con: Simone Belli, Federicapaola Capecchi

Compagnia OpificioTrame Physical Dance Theatre

Danza: BODYGAME con Simone Belli e Federicapaola Capecchi


provamartedì 19 e mercoledì 20 maggio 2015 ore 21
BODYGAME
prologo alla nuova produzione

Continua a leggere Danza: BODYGAME con Simone Belli e Federicapaola Capecchi

Danza: performance “Io sono Mia Madre” di Giuseppe Muscarello


io sono mia madre-155DOMENICA 10 MAGGIO 2015 ore 19:00

“Io Sono Mia Madre”

Performance

Secondo spettacolo della trilogia “Sangue”

Concept, regia, coreografia- Giuseppe Muscarello

Interpreti Silvia Alfei, Micaela Arcidiacono, Giuseppe Muscarello

Scene e costumi – Alessandro Savona

voce – Dario Raimondi

Foto –  Fulvio Bellanca Continua a leggere Danza: performance “Io sono Mia Madre” di Giuseppe Muscarello

Danza: Cie Twain physical dance theatre a Spazio Tadini con Profumo giovedì 5 marzo 2015 Unica Data


CFarina-CieTwain-SITO Kitchen
Cie Twain physical dance theatre, Profumo

Teatro, musica, danza a Spazio Tadini. Come sempre, come ogni anno, e sempre di più. I mesi di gennaio, febbraio e marzo danno un abbrivio al 2015 carico dello slancio e della determinazione che caratterizza ogni iniziativa di Spazio Tadini.

Giovedì 5 marzo 2015 torna la DANZA e, in un’unica data, Federicapaola Capecchi ha il piacere e l’onore di presentare al pubblico la Cie Twain physical dance theatre, compagnia di danza contemporanea e teatro fisico nata dall’incontro tra la coreografa e regista italiana Loredana Parrella e il designer belga Roel Van Berckelaer. Continua a leggere Danza: Cie Twain physical dance theatre a Spazio Tadini con Profumo giovedì 5 marzo 2015 Unica Data

DANZA MILANO COREOGRAFIA D’ARTE: un disegno erotico di Picasso interpretato dalla Compagnia Dei Transiti


Domenica 1 dicembre alle ore 21.30 – Coreografia D’Arte 2013

COMPAGNIA DEI TRANSITI

Soraya Pérez – Edy Quaggio spettacolo ispirato ad un disegno erotico di Picasso

La Casa de los Nardos

spettacolo Ispirato ad un disegno erotico di Picasso

La genesi di una donna, della donna archetipica, dalla divisione della prima cellula alla costruzione di una identità, passando dalla dualità Animus/Anima, maschile/femminile, Terra/Cielo. Lo sguardo della Donna che vive nella casa delle tuberose (La Casa de los Nardos) ha in sé la forza, la dolcezza ma anche l’ambiguità di chi ha percorso un lungo cammino, è uno sguardo che si lascia guardare come fosse uno specchio che riflette domande.

Biografia COMPAGNIA DEI TRANSITI

La Compagnia dei Transiti nasce dal sodalizio artistico tra Soraya Pérez, coreografa e danzatrice, e Edy Quaggio, scrittrice, musicista e regista. Il testo poetico danzato ha segnato l’esordio della Compagnia con lo spettacolo “Sparsi Palpiti” andato in scena nel 2009 al Teatro Officina di Milano, così come nello stesso anno ha preso vita lo spettacolo “Caleidoscopio” dove testo poetico, danza e disegno sonoro costruito sulla danza hanno costituito la cifra artistica della Compagnia.

Nel 2012 la Compagnia dei Transiti ha preso parte alla III edizione del Festival Coreografia d’Arte – un’idea di Federicapaola Capecchi e Francesco Tadini, con lo spettacolo “Antes Aun” ispirato ad un dipinto di Elena Cirella. Nel 2013 sempre allo Spazio Tadini è andato in scena “Orama 47” in occasione della Giornata Mondiale della Danza.

Vi invitiamo a visitare il nostro sito web: www.compagniadeitransiti.it

Sponsor tecnico CHAISE LONGUE

Logo Mamà Design Italia

 

Man Ray, Anatoms interpretazione coreografica di Federicapaola Capecchi OpificioTrame – prove


Danza Milano Coreografia D’Arte: Alighiero e Boetti in Insicuro Noncurante interpretato da Acquasumarte 30 novembre e 1 dicembre


A Spazio Tadini

Sabato 30 novembre alle ore 21,30

Domenica 1 dicembre  alle ore 17.30

La compagnia Acquasumarte presenta per il Festival Coreografia d’Arte Le felici coincidenze, spettacolo di teatrodanza. In collaborazione con la Fondazione Alighiero Boetti.

Le felici coincidenze

Studio teatrale su “Insicuro Noncurante” di Alighiero e Boetti.

Capita di avere incontri inattesi, apparentemente casuali. Accade che si colgano sotterranee affinità tra oggetti ed eventi radicalmente differenti. Qualche volta, si ha l’impressione che una trama inspiegabile, eppure molto reale, disponga il corso della nostra vita. Delle felici coincidenze ci hanno fatto scoprire la cartella originale di “Insicuro Noncurante” ed incontrare Rinaldo Rossi, l’editore che dal 1972 ha lavorato con Alighiero Boetti alla preparazione delle 81 tavole che compongono l’opera e che con lui ha condiviso tanta arte e tanta vita. Ci siamo immersi in un rarefatto labirinto di numeri e figure, cercando di decifrarne i rebus, di coglierne le corrispondenze e risonanze. Abbiamo scoperto di avere un’affinità elettiva con quel mondo di geometrie dai molteplici sensi. Non tutto si spiega: è forse il modo più autentico d’indicare la magia.

“Ci sono cinque sensi e il sesto è il pensiero ovvero la cosa più straordinaria che l’uomo possieda, e che non ha niente a che vedere con la natura. Per cui se devo dire quali sono state le grandi emozioni della mia vita, confesso che non sono state di ordine naturale. Una farfalla, un tramonto, possono essere cose bellissime, però le grandi emozioni, secondo me, si provano ascoltando Mozart, leggendo una poesia, perché c’è un pensiero fatto di mille coincidenze, sincronismi, ricordi quasi biologici forse di tempi antichissimi in cui eravamo un’altra cosa e forse non eravamo neanche sulla terra. Insomma, di quando eravamo forse più vicini agli dei”.    A. e B.

Presentazione compagnia ACQUASUMARTE

acquasumARTE è: Maurizio Capisani, Francesco Cimino, Sabrina Conte, Sonia Conte. Il gruppo artistico produce e realizza performance di teatro sperimentale, teatro danza, eventi site-specific e progetti media-interattivi. Ha sede a Milano. Fondata nel 2008, ha gestito sino al 2012 uno spazio culturale a Pavia, dove ha dato vita ad una “factory” artistica e svolto un’intensa attività di produzione. Nel 2011 ha vinto il bando di Fondazione Cariplo “Avvicinare nuovo pubblico alla cultura” con un progetto di arte urbana. Nel 2013 ha ideato e realizzato a Milano Ocamarziana, un progetto artistico multidisciplinare per le Officine Creative Ansaldo. Ad oggi ha prodotto e realizzato: Crossing Memory O.C.A. (percorso multimediale per singolo spettatore – 2013), Metropolitan Requiem (teatro di innovazione – 2012), Memory Play (installazione artistica & performance – 2012), The Cage (installazione con percorso multimediale audio-visivo per singolo spettatore – 2012), Così parlano i colpevoli (evento letterario – 2012), INCURSIONI D’[a-m]ARTE (incursioni artistiche urbane – 2011), Bisanzio (teatro di innovazione – 2010), Madrigale 1.0 (performance site-specific – 2009), Not Now (performances multidisciplinari di creazione istantanea – 2009).

Poetica/estetica

Il teatro di acquasumARTE è un teatro visivo e d’azione, nel quale l’ideazione dell’impianto narrativo deriva dalle scelte ritmiche e compositive. Un teatro fisico nel quale il rarefatto uso della parola, l’orchestrazione dei movimenti d’insieme e l’estrema cura dei dettagli, creano una struttura antinaturalistica e polisemica. Il gruppo sta sperimentando inoltre le possibilità dei lettori multimediali di ultima generazione nel campo della performance artistica, rendendo la loro applicazione funzionale alla propria poetica. Si tratta di progetti site-specific da riscrivere ogni volta a partire dai luoghi in cui vengono realizzati.

CALENDARIO COREOGRAFIA D’ARTE 2013


coreografia-darte-iii-edizione-opificiotrame-federicapaola-capecchi-emilio-tadini-6VENERDI’ 29 NOVEMBRE 2013 – SERATA INAUGURALE

ORE 20.30

Inaugurazione mostra degli artisti di Coreografia d’Arte 2013

ORE 21:30

Dancing with Man Ray – Compagnia OpificioTrame di Federicapaola Capecchi Presenta “In quarta persona”

SABATO 30 NOVEMBRE 2013 – ORE 21:30

Dancing with Boetti – Acquasumarte Presenta “Le Felici Coincidenze. Studio teatrale su Alighiero e Boetti”

DOMENICA 1 DICEMBRE 2013

ORE 17:30

Replica di  Dancing with Boetti: Acquasumarte Presenta “Le Felici Coincidenze. Studio teatrale su Alighiero e Boetti”

ORE 21:30

Dancing  with Picasso – Compagnia  dei  Transiti | Soraya Perez, Edy Quaggio

VENERDI’ 6 DICEMBRE 2013 – ORE 21:30

Dancing with Patrizio Vellucci – Compagnia  Sisina  Augusta

SABATO 7 DICEMBRE 2013

ORE 19:45

Dancing with Pier Toffoletti – Why Company / Valentina Versino

ORE 21:30

Dancing with Lucio Perna – Lorenzo Meid Pagani

DOMENICA 8 DICEMBRE 2013

ORE 17:30

Replica di  Dancing Pier Toffoletti – Why Company / Valentina Versino

 ORE 21:30

Replica di  Dancing with Lucio Perna – Lorenzo Meid Pagani

VENERDI’ 13 DICEMBRE 2013 – ORE 21:30

Dancing with Laura Zeni – Andrea Zardi e Riccardo Meroni

SABATO 14 DICEMBRE 2013

ORE 17:30

Replica di  Dancing with Laura Zeni – Andrea Zardi e Riccardo Meroni

ORE 21:30

Replica di  Dancing  with Picasso – Compagnia  dei  Transiti | Soraya Perez, Edy Quaggio

DOMENICA 15 DICEMBRE 2013

ORE 17:30

Dancing  with Alessandra Angelini – Maktub Noir / Pietro Pireddu

ORE 21:30

Replica di  Dancing  with Alessandra Angelini – Maktub Noir / Pietro Pireddu

GIOVEDI’ 19 DICEMBRE 2013 – ORE 21:30

Dancing with Emilio Tadini – OpificioTrame / Federicapaola Capecchi presentano “Studio coreografico su L’occhio della pittura di Emilio Tadini” (produzione della III° edizione del Festival Coreografia d’Arte)

VENERDI’ 20 DICEMBRE 2013  – ORE 21:30

OSPITE D’ONORE

Daniele Ninarello con NON(LEG)AZIONI rivisitato e rielaborato alla luce dell’incontro con le opere di Maria Cristina Carlini

SABATO 21 DICEMBRE 2013

ORE 17:30

Replica di Dancing with Man Ray – Compagnia OpificioTrame di Federicapaola Capecchi Presenta “In quarta persona”.

ORE 19:30

Dancing with Isa Locatelli- Perfomance/ Improvvisazione con i coreografi del Festival

ORE 21:30

Replica di  Dancing with Man Ray- Compagnia OpificioTrame di Federicapaola Capecchi Presenta “In quarta persona”.