Archivi categoria: Tutti i corsi e workshop durante Gong Om

Raggruppa tutti i seminari ed i work shop organizzati durante la rassegna dedicata all’Oriente a Spazio Tadini

Danza: fino all’11 agosto contact e danza in acqua


contact-acquaOPIFICIOTRAME & SPAZIO TADINI

PRESENTANO

DANZA e CONTACT IN ACQUA

per rinfrescarsi e regalarsi sensazioni nuove con la danza in acqua

dal 6/7, 8/9, 10/11 agosto 2015

Per chi vuole provare la danza e il contact in acqua. Per chi vuole giocare con un movimento in acqua che alleggerisce le articolazioni e rilassa tutto il corpo. Per chi vuole sperimentare leggerezza, fluidità, muscoli rilassati e articolazioni libere. Continua a leggere Danza: fino all’11 agosto contact e danza in acqua

Danza: Una tribù che danza Workshop con Roberto Lun 23 e 24 maggio 2015


Roberto-Lun-Danza-ContactCONTACT IMPROVISATION THE TRIBAL CONTACT PROJECT

PRIMO WEEK END 23 E 24 MAGGIO 2015 dalle ore 10:30 alle ore 15:30 – INFORMAZIONI E ISCRIZIONI: federicapaola@spaziotadini.it – +39 02 26 82 97 49

Il seminario è accessibile a tutti i livelli

Accessibile a tutti in cui esperti danzatori allargano la propria conoscenza o semplici hobbisti si divertono a danzare insieme ad altri. Continua a leggere Danza: Una tribù che danza Workshop con Roberto Lun 23 e 24 maggio 2015

Paolo Tofani e la sua musica: il 22 ottobre una serata con l’artista e sabato e domenica il suo workshop: evento Gong Om


Martedì 22 ottobre dalle ore 20 alle 22.30 Un incontro musicale con Paolo Tofani, ospite il chitarrista Xabert Irondo degli Afterhours.

Una serata condotta da Fortunato D’Amico all’interno della rassegna di arte e cultura Gong Om per parlare degli Area, della musica anni 70 di quanto ancora conservi la sua attualità. Continua a leggere Paolo Tofani e la sua musica: il 22 ottobre una serata con l’artista e sabato e domenica il suo workshop: evento Gong Om

Il suono del respiro incontro Yoga con Silvia Capiluppi a Spazio Tadini durante Gong Om


 

“Il suono del Respiro”

18 Ottobre Venerdì

  • 15-17.00 Il suono del respiro (workshop di Yoga con Silvia Capiluppi contributo 10 euro  + 1 euro di tessera S.T)

23 Ottobre Mercoledì

  • 15-17.00 Il suono del respiro (workshop di Yoga con Silvia Capiluppi contributo 10 euro + 1 euro di tessera S.T.)

L’associazione ospita l’evento e, per l’occasione, chiederà solo la tessera associativa promozionale (1 euro)

 

“Perché avvenga una trasformazione

occorre trascendere la forma

e perché la forma possa essere trascesa

deve essere prima realizzata” 

(Rig Veda)

Nel punto di congiunzione tra la performance, il rituale e la danza yogica, il Respiro si unisce al suono per lo Stato di Meditazione.

Le vibrazioni delle campane tibetane e il canto della OM guidano all’ascolto del suono del proprio respiro.

Il respiro è veicolo della forza vitale cosmica, che porta a comprendere la sapienza rivelata all’interno dei Veda e a raggiungere lo stato d’Unione.

Nel corso del workshop i partecipanti potranno fare esperienza di un completo rilassamento fisico, mentale ed emozionale.

Durante la pratica si potrà apparire addormentati, ma la coscienza funziona a un livello di consapevolezza più profondo.

In questo stadio tra il sonno e la veglia, il contatto con la dimensione subconscia ed inconscia avviene spontaneamente.

Silvia Capiluppi

Insegnante di Yoga certificata presso Yoga Vidya Gurukul, Nashik – India.

Ha studiato in Milano alla scuola Yoga Sama di Elisabetta Rebuzzini.

Lungo il percorso di conoscenza yogica è stato per lei fondamentale l’incontro con Richard e Mary Freeman, luminosi Maestri del messaggio yogico, che le hanno trasmesso la pratica dell’Ashtanga Vinyasa Yoga.

Architetto e Naturopata si dedica allo studio della Cromoterapia e delle Antiche Tradizioni – Bagua, Ayurveda, Medicina Tradizionale Tibetana, Medicina Tradizionale Andina e Maya. Pratica Mantra Healing, Yoga Tibetano del sogno e del sonno.

Parallelamente approfondisce la ricerca artistica realizzando installazioni, performance e video arte.

Metodo Grinberg incontri e conferenza a Spazio Tadini durante la rassegna Gong Om:


Calendario degli incontri

Giovedì 24 dalle h 17.00 alle h 20.00 Sedute di presentazione di 20′

Mercoledì 30 dalle h 20.00 alle h 21.30 Conferenza teorico pratica 

Giovedì 31 dalle h 17.00 alle h 20.00 Sedute di presentazione di 20′

DEFINIZIONE METODO GRINBERG

Il Metodo Grinberg si propone di insegnare a recuperare energia ed attenzione verso sé stessi e la realtà circostante.

E’ un percorso strutturato di apprendimento attraverso il corpo che viene guidato con varie tipologie di tocco ed istruzioni verbali.

Il fine è permettere alle persone di raggiungere i propri sogni, progetti, bisogni ed obiettivi in accordo con la propria natura, diversa e specifica per ognuno di noi.

Il nucleo centrale del processo di apprendimento è riconoscere ed interrompere abitudini apprese che limitano l’individuo nell’espressione di sé, creando sintomi e malessere (tra i più comuni esempi: mal di testa, insonnia, mal di schiena, tensioni, mal di stomaco, gonfiore, ansia, insoddisfazione, frustrazione, sbalzi di umore, panico, difficoltà relazionali…)

Il Metodo Grinberg è stato ideato negli anni ’70 da Avi Grinberg, terapista israeliano che iniziò a studiare e praticare diverse tecniche di lavoro sul corpo prima di creare questa metodologia basata su di un approccio educativo e non più terapeutico. La differenza sostanziale sta nel fatto che le persone imparano ad essere responsabili del proprio sviluppo personale, della propria salute e del proprio benessere.

E’ autore di diversi libri tra cui “La Riflessologia Olistica” (1989), “Foot Analysis” (1993), “La paura, il dolore e altri amici” (1994).

Oggi vi sono centinaia di professionisti qualificati e certificati che applicano il metodo in tutta Europa, in Israele e negli Stati Uniti.

WWW.GRINBERGMETHOD.COM

YOU TUBE: AVI GRINBERG, INTERVISTA BERLINO 2012

Gli strumenti del Metodo Grinberg possono essere appresi in contesti individuali o di gruppo.

In questa occasione allo Spazio Tadini vogliamo offrire tre esperienze differenti e complementari:

1.Conferenza teorico/pratica (durata incontro 2 h):

Abbiamo scelto come tema della serata la capacità di Osare e avere Coraggio per essere Intensi nella Vita.

E’ un incontro che permette di toccare le persone attraverso le parole, e si inizia a sperimentare personalmente nel corpo come le nostre attitudini influenzano la nostra esistenza creandoci spesso limitazioni e sofferenza.

 

2.Sedute individuali di 20’ per imparare a rilassare spalle e collo:

Le persone vestite e comodamente sedute su una sedia potranno avere in modo semplice ed efficace un assaggio della metodologia. Tra gli effetti più evidenti si potrà riscoprire una maggiore vitalità, piacere anche nel resto del corpo, benessere, senso di leggerezza, silenzio nella testa, chiarezza di pensiero.

 

3.Stopping Movement Training (durata incontro 2 h) con Angela Mondia, Insegnante autorizzata:

Attività in gruppo, consigliato abbigliamento comodo per muoversi e sudare!

E’ sempre comunque un’esperienza individuale in cui l’attenzione viene focalizzata per trovare nuove forme e possibilità di movimento con tutto il corpo, a ritmo di musica. Un’opportunità per rompere le gabbie che creiamo intorno a noi senza accorgerci e che ci separano anche dalle relazioni più intime che abbiamo nella vita.

You Tube: Grinberg Method-Stopping Movement Training

 

Se siete interessati a partecipare a qualsiasi attività proposta è gradita la vostra prenotazione.

Per richiedere maggiori informazioni contattare:

Roberta Lucia Massei

Operatrice qualificata II livello

Mobile: 393 0936161

Email: roberta@pmgmilano.com

WWW.PMGMILANO.COM

L’associazione ospita l’evento e, per l’occasione, chiederà solo la tessera associativa promozionale (1 euro)

Medicina alternativa: incontro sulle attività psicofisiche e bioenergetiche con il centro Shaolin in occasione di Gong Om a Spazio Tadini


 

Il 19 ottobre il pomeriggio sarà dedicato a degli incontri curati dal centro Shaolinh.14-16 Workshop di Shaolin Tong-Zi-Gong /lo Yoga Buddhista cinese dei Monaci Shaolin (contributo richiesto:10€)

  • h.14-16 Workshop di Shaolin Tong-Zi-Gong /lo Yoga Buddhista cinese dei Monaci Shaolin (contributo richiesto:10€)
  • h.16-18 Workshop di Taijiquan (contributo richiesto 10€)
  • h.18-18.30 : Meditazione Chan – free entry -Il nome del maestro è Shi Heng Chan
  • h.18.30-19 : performance Shaolin

 

Il Centro Culturale Shaolin di Milano: Accademia e Organizzazione no-profit rappresentante del Tempio Shaolin (Cina) per Milano. E’ affiliata al 1 Centro di Cultura Shaolin in Italia Shaolin Quan Fa ed è stato ufficialmente riconosciuto dal XXX Venerabile Abate ShiYongXin e diretto da ShiYanHui, Monaco Shaolin 34generazione, e consociata a SEA (Shaolin Europe Association).

Il centro è attivamente coinvolto in Opere Sportive, Educative, Terapeutiche, Culturali, Artistiche e di Beneficenza con lo Spirito buddhista di pietà saggezza, coraggio e compassione per tutti gli esseri viventi, per contribuire al benessere sociale e ad un autentico scambio culturale tra Occidente e Oriente.

Propone Corsi e Attività psico-fisiche-bio-energetiche adatte a tutte le età Conferenze, Sanga, Cineforum, Enciclopedia Shaolin in lingua italiana con traduzione dagli originali testi cinesi del Tempio, Manifestazione “MILANO incontra SHAOLIN”, Viaggi-Studio Soggiorno di allenamento all’interno del Tempio Shaolin in Cina, Centro Medico MTC e Alimentazione vegana in collaborazione con Mens@Sana.

Paolo Tofani a Spazio Tadini con un workshop di due giorni: musica attraverso l’Oriente


L’incontro con Paolo Tofani (fondatore degli Area) sarà dedicato agli argomenti che spaziano dai primi passi di un musicista ai passi di livello avanzato dove diventa stretto usare solo lo strumento acustico e elettrico, ma si vuole essere accompagnati dalla tecnologia di alta qualità. Musicista e compositore Paolo Tofani sarà felice di condividere con voi ogni tipo di conoscenza che ha a livello musicale e personale. Vi presenterà i supporti e strumenti personali, piuttosto rari, che in Italia hanno in pochi. La particolare attenzione sarà prestata alla Trikanta Veena, alla Shyama Trikanta e allo strumento nuovo con bel nome
Madhurya.

PER DETTAGLI SULLE SINGOLE GIORNATE LEGGETE LA LOCANDINA (CLICCATE E SI INGRANDISCE AUTOMATICAMENTE)

Sabato 26.10.2013
dalle 14:00 alle 18:00
Domenica 27.10.2013
dalle 09:00 alle 13:00

COSTI
Work-shop 8 ore – 160€
Una sola giornata – 80€

 Per prenotazioni invare mail specificando il giorno.

Collettiva di arte vedica: Gong Om – suonati e meditadi a Spazio Tadini. Il percorso degli otto Rasa


Invito gong om

Gon Om: suonati e meditati presenta una collettiva di artisti che si ispirano alla filosofia Veda. Artisti esposti: Pierino Digiovannantonio, Giampaolo Tomassetti, Mauro Nunziati, Premanandi Russo, Gopala Tomassetti, Flavio Stocchino, Maria Luisa Nunziati, Paolo Libralesso.

Il percorso degli otto Rasa.

Il Ciclo dell’infinito

A cura di Fortunato D’Amico

La visione panoramica del cielo notturno in una notte d’estate esprime chiaramente il senso di un’emozione profonda ispirata dalle stelle nella mente dello spettatore in procinto di abbandonare il pensiero razionale, impiegato per buona parte della giornata, che durante le ore notturne si accinge a stemperarsi nella dimensione fluttuante del sonno onirico.

Un insieme di puntini distribuiti sulla superficie immaginaria della volta celeste, costituisce il firmamento.  Apparentemente immutabile, lo schermo celeste è un piano di proiezione dove fantastichiamo il movimento degli astri.

Per gli antichi abitanti del pianeta, osservatori attenti dell’infinito serbatoio stellare, il cielo era il luogo della conoscenza, il territorio da cui trarre gli insegnamenti sui processi che stagionalmente cambiavano gli aspetti del nostro pianeta.

Le differenti energie che attraversavano la terra nei cicli periodici dell’anno, erano studiate e archiviate sotto forma di racconto, rituale, mito, icona, e quant’altro escogitato dalla mente umana che potesse servire a rinnovare in maniera intelligente la memoria del tempo.

L’intenzione era di accordarsi alla polifonia dell’universo, ed entrare in assonanza con la grande macchina astronomica che si agita sopra la testa degli esseri umani.  I Veda, antichi testi indiani scritti per conservare e consegnare ai posteri le conoscenze siderali studiate nei millenni, sono serviti a codificare la Scienza e a tramandarla attraverso l’Arte, strumento per promuovere la Spiritualità e la Consapevolezza Suprema.  Seguire i segni del cielo è rinnovare l’incontro con l’infinito, battere il ritmo, suonare l’armonia delle sfere celesti: tutte attività che corrispondono anche ai piaceri dello spirito, sperimentabili se si seguono gli insegnamenti dei maestri.

Un esempio tra tutti è rappresentato dai Rasa, dove le emozioni, riconosciute dalla tradizione vedica,sono omologate al numero otto, cifra adottata per le sue implicazioni nelle varie procedure di metamorfosi del mondo fisico e chimico, che genera logiche frattali applicabili ai sistemi conoscitivi e alle dialettiche specifiche del soggetto d’interesse.  In realtà ogni Rasa è collegato a una delle otto parti della giornata in cui sono ripartite le suggestioni dell’anima, estendibili in ogni forma di comunicazione artistica.

La cosmogonia, estesa in ogni aspetto della vita, è l’origine della flessibilità del pensiero e della dialettica vedica; essa consente di riprodurre infinite germinazioni nei territori dell’arte, e progressivamente di accedere alle mete trascendentali.  E’ curioso notare che questi patterns di conoscenza sono giunti a noi elaborati dalle moderne metodologie di indagine scientifica, come ad esempio la teoria delle emozioni di Robert Plutchik, in cui otto ripartizioni psichiche coincidono con gli insegnamenti dei Rasa.  Anche le città con i loro monumenti diventano dispositivi funzionali per promuovere la macchina divina, proiettata dal cielo sulla terra, consacrata e resa visibile al suolo attraverso la realizzazione di artefatti, ognuno dei quali è comparato alle ore che segnalano lo scorrere infinito dell’orologio ciclico.