Musica: Camilla Battaglia TOMORROW 5tet mercoledì 11 giugno 2014

Musica-Tomorrow-5tet-Spazio-TadiniMusica, ancora musica a Spazio Tadini. Si è appena conclusa la rassegna jazz dedicata – New Bottle Old wine – a cura di Michele Caiati in collaborazione con Federicapaola Capecchi, e mentre progettiamo le rassegne per la prossima stagione, ospitiamo ancora musica fino a luglio.

Mercoledì 11 giugno 2014 alle ore 21 ospitiamo il concerto dei TOMORROW 5tet: Camilla Battaglia (voce), Gianluca Di Ienno (pianoforte ed elettronica), Dario Trapani (chitarra), Michele Tacchi (basso elettrico) e Alessandro Rossi (batteria). 

Il concerto nasce da un progetto. “Si tratta di un lavoro di arrangiamento e ricerca sui rispettivi sound di alcuni musicisti e autori che hanno profondamente colpito il mio immaginario musicale: McCoy Tyner, Bill Evans, Herbie Hancock e Chick Corea. Con le loro rispettive peculiarità compositive hanno ispirato le mie composizioni originali. Queste infatti si propongono dialoghi tra strumenti che furono peculiari nella musica di ognuno di questi artisti, con, però, risultati personali e nuovi; oltre che completamente riarrangiati. La relazione tra chitarra e pianoforte come nel quintetto di Bill Evans con Jim Hali, l’uso del Rodhes, del basso elettrico e strumenti elettronici come per l’elektric band di Chick Corea …Camilla Battaglia 

Musica-Camilla-Battaglia-Spazio-Tadini
Camilla Battaglia

Camilla Battaglia

Nata a Milano nel 1990, si avvicina al mondo della musica jazz sin da bambina attraverso lo studio del pianoforte e del canto, anche  indotta dall’esempio dei genitori conclamati jazzisti , la cantante Tiziana Ghiglioni ed il pianista Stefano Battaglia. Nel febbraio 2010 registra un album con Renato Sellani, Luciano Milanese e Stefano Bagnoli, ‘JOYSPRING’ prodotto da Philology. A luglio dello stesso anno si aggiudica il secondo posto al concorso PIMU, Premio Internazionale Massimo Urbani tenutosi ad Urbisaglia e esibendosi poi in un concerto finale accompagnata da Renato Sellani, Massimo Moriconi e Massimo Manzi nel teatro di Camerino. Ad agosto viene chiamata a partecipare al Festival JazzUp di Viterbo.

Musica-SpazioTadini-Gianluca-di-ienno
Gianluca Di Ienno

Gianluca Di Ienno

Gianluca Di Ienno, pianista, tastierista, organista. Ha all’attivo diverse collaborazioni e ha avuto la possibilità di condividere progetti e palco, sia al pianoforte che all’organo hammond con: Franco Ambrosetti, Bebo Ferra, Randy Brecker, Paolo Fresu, Perico Sambeat, Giovanni Falzone, Mauro Negri, Tino Tracanna, Mattia Cigalini, Fabrizio Sferra, Gianni Cazzola, Max Furian, Tony Arco, Bjørn Solli, Yuri Goloubev, Asaf Srkis, Paolo Pellegatti, Lucio Terzano, Attilio Zanchi, Marco Micheli, Emilio Soana, Ada Rovatti, Stefano Bagnoli, Stefano Senni, George Robert, Mark Nightingale, Alessio Menconi. Ha avuto modo di esibirsi in diversi importanti festival tra cui European Jazz Expo, Torino Fringe Festival, Blue Note Aprile 2012, Pozzuoli Jazz, Otranto Jazz Festival, Nuoro Jazz Festival, Bergamo Jazz, Piacenza Jazz Festival, Eddie Lang Jazz Festival, Locomotive Jazz Festival, Bicentenario Schumann Chopin al Verdi di Milano, e diversi altri teatri e sale da concerto a Nuova Dehli, Casablanca, Rabat, Helsinki, Buenos Aires, Montevideo, in ambito di concerti organizzati dagli istituti italiani di cultura presenti all’estero. Tra i progetti attuali e recenti in veste di sideman vi sono: Bebo Ferra Specs People, trio chitarra-tastiere-batteria al fianco dell’affermato chitarrista Bebo Ferra, con Max Furian (“Specs People”, Tuk Music, 2012); i progetti in duo e in quartetto con lo stesso Bebo Ferra; il nuovo trio di Mattia Cigalini, con Nicola Angelucci alla batteria; il progetto Elektris, organ trio a nome del trombettista e grande virtuoso Giovanni Falzone, con Antonio Fusco alla batteria ed il nuovo quartetto Giovanni Falzone Acoustic 4tet (al piano); il trio Other Side di Stefano Bagnoli; il nuovo trio elettrico di Tony Arco, con Luciano Zadro alla chitarra; il quartetto di Max Furian (“L’Equilibrista”, Ultrasound, 2011 feat. Randy Brecker, Bebo Ferra, Horacio El Negro); Contemporary ensemble, settetto nato nell’ambito della collaborazione tra docenti ed inscritti del conservatorio di Milano, con la partecipazione tra gli altri di musicisti quali Tino Tracanna, Ferdinando Faraò e Giovanni Falzone. Tra i progetti a proprio nome vanno menzionati il piano-trio Release­3 con Alex Orciari (contrabbasso) e Matteo Rebulla (batteria): These Days – prodotto da Gianluca Di Ienno per l’editore Abeat Records e in uscita da Settembre 2013 – è il primo disco di Release-3. Di recente costituzione è il progetto basato su interazione timbrica ed elettronica Keys Trio, con Massimiliano Milesi (sax tenore) e Alessandro Rossi (batteria). D-Bus, progetto basato sulla rielaborazione, in una chiave timbrico-stilistica rigorosamente attuale, dei principi “impressionistici” e modali caratterizzanti molte delle composizioni di Claude Debussy; sono parte dell’organico il contrabbassista Marco Ricci, i tenoristi Max Milesi ed Alex Sabina, il trombonista Andrea Andreoli ed il batterista Alessandro Rossi. Diploma di laurea in musica jazz al conservatorio “G. Verdi” di Milano, conseguita con 110 e lode, diploma di compimento inferiore di pianoforte classico presso il conservatorio “U. Giordano” ed il quinquennio di organo elettronico presso il C.D.M.I. di Ancona. In età compresa tra i 7 ed i 12 anni ha vinto diversi premi all’organo elettronico fra cui il premio Città di Pescara e 2 volte il premio Giovani Musicisti città di Recanati. Nel 2003 è allievo del M° Franco D’Andrea col quale consegue un diploma di alto perfezionamento in pianoforte jazz, con il massimo dei voti. Ai Seminari internazionali di Siena Jazz riceve la Borsa di studio al merito. Nel corso degli anni ha studiato con Franco D’Andrea, John Taylor, Kenny Werner, Fred Hersch, Scott Colley, Palle Danielsson, ed ha partecipato a workshop con Barry Harris, Phil Markowitz, Larry Goldings, George Cables, Dave Liebman. Tra gli altri premi ricevuti: Primo premio Nuovi Talenti Jazz 2008, Jazz Club Bergamo; Terzo premio all’undicesima edizione del Premio Internazionale Massimo Urbani.

Musica-spazio-tadini-dario-trapani
Dario Trapani

Dario Trapani

Dario Trapani (1987).Chitarrista e compositore, studia con R. Ciammarughi, F. Spadea e B. Ferra. 
Da sempre interessato alla scrittura e alla produzione digitale, impara da autodidatta i rudimenti della composizione e dell’arrangiamento popoular sui sequencer fino a vincere nel 2007 il concorso CreaMusica Project presso il Centro Professione Musica di Milano. 
Una volta scoperto il jazz fonda Bop Chop insieme a Michele Guaglio e Riccardo Chiaberta, trio con cui vince il premio di Miglior jazz band italiana under 30 al Fara Music Festival 2010 di Fara Sabina (RI). 
Nel 2010 viene selezionato all’interno del Kilikà ensemble di R. Ciammarughi, un’idea sperimentale che si appoggia sull’utilizzo di un software che converte i movimenti in suono. 
Collabora inoltre con P. Pasqualin, G. Bombardieri, N. Ricci, S. Mora, F. Facchi.

Musica-spazio-tadini-michele-tacchi
Michele Tacchi

Michele Tacchi

Nato il 25 giugno 1982 a Busto Arsizio (VA), ha iniziato a suonare il basso elettrico all’età di 12 anni. Per quanto riguarda l’esperienza live ha suonato in diverse formazioni nei contesti più disparati, dal jazz al rock, dal blues alla musica brasiliana e cantautorale. In ambito jazzistico ha collaborato con Antonio Faraò, Giovanni Falzone, Walter Calloni, Dado Moroni, Marco Detto, Mario Zara, Stefano Bagnoli, Paolo e Marco Brioschi, Giorgio Di Tullio, Luca Pasqua, Gigi Cifarelli, Marco Zanoli, Massimo Vescovi, Alex Battini e con la cantante brasiliana Adi Souza. Ha suonato con il gruppo blues Dockery Farms dal 1997 al 1999 coprendo tutti i maggiori locali della regione. Nel 2001 registra per la Abeat Records l’esordio discografico del cantautore Antonio Turconi, intitolato Lettere dal bagnasciuga”, progetto nel quale ha suonato il basso elettrico e ha seguito personalmente il lavoro di co-produzione artistica e di arrangiamento. Nel settembre dello stesso anno entra in studio con la sua formazione jazz, il MAG trio, per la registrazione del loro primo disco, Pensieri Circolari, pubblicato a marzo 2004 e realizzato con la partecipazione speciale del sassofonista Javier Girotto. Con questa formazione si è esibito in vari festivals e manifestazioni, nonché nel prestigioso club Blue Note di Milano e ha registrato il primo disco della cantante Veronica Vismara Soul Mates, con la partecipazione di illustri ospiti quali Dado Moroni, Giovanni Falzone e Gianni Cazzola. Attualmente è anche il bassista dei cori gospel “Joyful Singers” e “Gospel for Joy” diretti dal M° Fabio Gallazzi e del trio del pianista francese Xavier Harry. Ha lavorato in studio ad alcune produzioni discografiche ed è docente di basso elettrico, teoria e armonia.

musica-spazio-tadini-alessandro-rossi
Alessandro Rossi

Alessandro Rossi

Alessandro Rossi, Classe 1989, inizia lo studio della batteria all’età di 6 sotto la guida di Giò Rossi. Intraprende lo studio delle percussioni classiche al conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, con Andrea Dulbecco. Nel 2011 si diploma con il massimo dei voti presso l’Accademia del Suono di Milano, nel corso “Jazz Masters”. Studia privatamente con Stefano Bagnoli e Enzo Zirilli e nel 2012 passa un breve periodo a New York dove ha modo di studiare con musicisti del calibro di Clarence Penn, Nasheet Waits e Jeff Ballard. Attivo come sideman sulla scena Jazz milanese vanta collaborazioni del calibro di Giovanni Falzone, Riccardo Fioravanti, Roberto Cecchetto, Tino Tracanna, Gianluca Di Ienno, Max De Aloe, Carlo Morena, Alfredo Ferrario, Marco Ricci, Andrea Di Biase, Camilla Battaglia, Gabriele Boggio Ferraris, Dario Trapani, Nicolò Cattaneo, Simona Parrinello, Muro Porro, Simona Severini, Carlo Gravina, Daniele Gregolin, Michele Tacchi.

Nel 2008 partecipa come finalista al concorso Nazionale “Chicco Bettinardi” al Milestones Jazz Club, nella sezione “Nuovi Talenti del Jazz Italiano”. Nel 2010 ha collaborato con la cantante Malika Ayane, in occasione della presentazione dell’omonimo cd della nota cantante pop milanese. Dal 2007 fa parte stabilmente dell’orchestra “hot Jazz” Chicago Stompers, band di 11 con la quale si è esibito in alcuni tra i principali festival di jazz tradizionale tra cui Ascona Jazz (CH), Whitley Bay (UK), Breda International Jazz Fest (NL). Collabora con il Vibrafonista Gabriele Boggio Ferraris dal 2011, con il quale ha partecipato al Jazz it Fest 2013.

Fa parte del progetto di Giovanni Falzone “Acoustic 4et”, insieme a Gianluca Di Ienno e Giacomo Tagliavia. Collabora con il pianista Gianluca Di Ienno, con il quale ha all’attivo diversi progetti tra cui “Gianluca Di Ienno Keys” e “dBus Project”. Altrettanto attiva è la collaborazione con la cantante Camilla Battaglia, con la quale si è esibito sul palco di Umbria Jazz e Iseo Jazz insieme a Carlo Morena.

Nel 2012 fonda, insieme a Riccardo Lovatto, Jacopo Mazza e Giacomo Tagliavia, “Wolf Gang 4et”. Il repertorio, interamente originale, si ispira alla scrittura dei “Kanji”. Il progetto che prende il nome di “Musical Shodo” è stato presentato in un tour promozionale in Giappone. Dal 2014 fa parte del progetto di Riccardo Fioravanti “Duke’s Flowers”, insieme a Roberto Cecchetto e Daniele Raimondi. La collaborazione ha prodotto l’omonimo disco Duke’s Flowers, edito Abeat Records e allegato alla prestigiosa rivista Musica Jazz (maggio 2014).

MERCOLEDì 11 GIUGNO ORE 21 (presentarsi almeno 20 minuti prima dell’inizio del concerto)

TOMORROW 5tet

Informazioni e prenotazioni: tel +39 02 26 82 97 49; federicapaola@spaziotadini.it