Archivi tag: spazio tadini casa museo

Novecento di Baricco a Spazio Tadini con Oneiros


Lo spettacolo Novecento di Alessandro Baricco con Filippo Pellegrini per la regia di Gloria Geoni e aiuto regia Nicoletta Vitelli – Oneiros Teatro, -alla Casa Museo Spazio Tadini il 1 febbraio alle ore 21 in occasione della mostra fotografia di Alberto Scibona, fotogrado della “commedia metropolitana”.

Ph Alberto Scibona Novecento di Baricco Oneiros teatro

“Non ci capita tutti i giorni di ascoltare una buona storia. La libertà di “chiudere gli occhi” e ascoltare la storia di un’amicizia, dell’amore per la musica, della paura dell’immensità del mondo…e chissà, forse alla fine, ci accorgeremo anche noi, come Novecento, di aver paura di abbandonare la nostra “nave”.

Ph Alberto Scibona Novecento di Baricco Oneiros teatro

Il monologo è stato scritto da Alessandro Baricco nel 1994 (pubblicazione Feltrinelli) e narra la storia di Novecento abbandonato neonato dietro a un pianoforte….La sua è una vita travagliata e misteriosa, con una narrazione che è adatta sia alla scena che alla lettura ad alta voce.

Ph Alberto Scibona Novecento di Baricco Oneiros teatro

Il testo di Baricco è stato fonte di ispirazione per altri lavori artistici come il film del 1998 La leggenda del pianista sull’Oceano di Tornatore.

BIGLIETTO 8 EURO da versare all’ingresso alla compagnia

Per chi desidera prenotare: museospaziotadini@gmail.com

libri d’arte: Franca Maschio con Miano editore


Presentazione della monografia d’arte “Sentimento e Incisività” dell’artista Franca Maschio con prefazione di Laura Serena e Michele Miano, sabato 30 novembre alle ore 18.30 presso la Casa Museo Spazio Tadini, via Jommelli, 24 a Milano. Un’occasione per parlare di pittura ed entrare nel merito di un progetto artistico.

Presenterà il lavoro l’editore Michele Miano e Franca Maschio per l’occasione presenterà dal vivo alcuni lavori.

La collana “Esempi di arte moderna  racchiude la più significativa esperienza dell’attività editoriale in ambito artistico di questa Casa Editrice. La collana pubblicava già negli anni 70,  80 e 90   monografie degli artisti più rappresentativi dell’arte contemporanea quali ad esempio:  Giovanni Conservo, Giovanni Blandino, Gianfranco Testagrossa. Franca Maschio, già trattata nell’opera storica Lexicon dell’Arte italiana pubblicata da questa casa editrice negli Anni 70, con il volume  Sentimento e Incisività si rivolge al pubblico più sensibile con i suoi dipinti più significativi, confermando la volontà di condividere il progetto editoriale di questa casa editrice in una visione più ampia. La ricerca artistica di Franca Maschio è una esigenza interiore, è una volontà di trovare nuove ispirazioni, di cogliere nuovi nessi e legami intimi fra le cose, è capire meglio la realtà che ci circonda. In questa ottica diventa fondamentale anche la ricerca storica, lo studio delle tradizioni popolari. L’arte è studio dell’uomo e della natura. Ma anche l’uomo e la storia sono un connubio inscindibile. La storia è realizzata e raccontata dagli esseri umani, in questa dimensione si fondono tanti elementi. La storia è fatta dei grandi eventi ma anche da tante piccole storie, da tanti episodi di un microcosmo sconosciuto, da culture popolari, da tradizioni. Se da un lato la pittrice recupera i valori tradizionali di un mondo ormai perduto, dall’altra si rende conto che l’uomo moderno soffre di solitudine: di una solitudine demoralizzante, angosciosa, di una solitudine psicologica, di natura morale e spirituale, una difficoltà a comunicare con gli altri.

Un percorso artistico che abbraccia mezzo secolo quello di Franca Maschio, e che ha ancora tanto da dire e da raccontare alle nuove generazioni.

FRANCA MASCHIO, SENTIMENTO E INCISIVITA’, prefazione di Laura Serena e  Michele Miano, nella collana  Esempi di arte moderna,  GUIDO MIANO EDITORE, pagg.  88, con riproduzioni a colori, Euro 18,  settembre 2019.

Finissage mostra fotografica “va tutto bene” domenica 2 giugno 2019


Domenica 2 giugno 2019, alle ore 19, @Spazio Tadini Casa Museo Incontro con l’Autore.

Federicapaola Capecchi, curatrice della Mostra “Va Tutto bene” presenta Andrea Simeone fotografo autore dei sei reportage in mostra.

campo ASHTI di Displaced, nei pressi di Arbat, Kurdistan iracheno, Foto Andrea Simeone

E insieme conducono l’incontro RIFUGIATI E RIFUGIANTI”.

Prendendo spunto dal racconto dell’Alto Commissario per i Rifugiati, Filippo Grandi, racconteremo qualche storia dei campi profughi di Arbat. Ci faremo aiutare da qualche video girato in Iraq e in Bangladesh, e guarderemo insieme qualche altra fotografia delle storie esposte in mostra.

Le difficoltà della gente comune, le differenze pratiche fra essere Sfollati o Rifugiati.

Un finissage all’insegna dell’approfondimento, fil rouge della mostra.

Per tutta la giornata di Domenica 2 giugno 2019, dalle 15:30, sarà allestito a Spazio Tadini Casa Museo uno  Speaker’s Corner – format che Federicapaola Capecchi realizzò nel 2011 in occasione della Presentazione della Carta Mondiale dei Migranti -. Ispirato ovviamente all’angolo di Hyde Park a Londra luogo di discorsi e dibattiti pubblici, vuole riprodurre e attuare l’esempio del concetto di libertà di espressione e di opinione. Qualsiasi persona potrà presentarsi senza essere annunciata e parlare. L’invito ad aderire a questo spazio di dialogo e comunicazione è rivolto davvero a tutti, dagli immigrati, ai rifugiati, ai cittadini milanesi, a chiunque si senta profugo di qualcosa o in qualche modo. Ogni singolo discorso, previa autorizzazione, verrà registrato e poi sbobinato e riportato sul network – sia di Spazio Tadini che di Andrea Simeone- relativo alla Mostra.

Tutto questo, in linea e inserito nella splendida cornice della Mostra “Profughi” di Emilio Tadini a cura di Francesco Tadini e Melina Scalise, sarà occasione anche per vedere i grandi trittici del ciclo Profughi di Emilio Tadini guidati dalle parole di Melina Scalise che vi porterà per mano nella poetica di Emilio Tadini.

Vi aspettiamo, sarà un finissage diverso. Cercando di andare, concretamente, oltre le parole che dividono per trovarne altre, nuove, che uniscano.

VA TUTTO BENE Finissage

DOMENICA 2 GIUGNO 2019 ore 19

Spazio Tadini Casa Museo

Via Niccolò Jommelli 24, 20131 Milano

Informazioni – federicapaola@spaziotadini.it