Archivi tag: Milano Celeste

Mostre Milano: L’uomo, la Terra, i pianeti: le energie dell’Universo


Le energie dell’Universo diventano arte e vita per l’Uomo –  per scoprire come visita il percorso d’arte nella Casa Museo Spazio Tadini dal 25 novembre -24 dicembre 2016

Opere realizzate usando un pendolo e la forza di gravità, altre dove i pennelli hanno preso il posto di lenti costruite ad hoc per bruciare con l’energia solare, installazioni di frutti per produrre luce, opere del vento e con il vento esposte insieme a macchine percettive per “osservare l’energia”, queste e altre opere suggestive vi inviteranno ad immergervi in un percorso d’arte e riflessione su L’uomo, la Terra, i pianeti nella Casa Museo Spazio Tadini. La mostra è a cura di Melina Scalise e Francesco Tadini

ARTISTI IN MOSTRA

Marco Ulivieri (forza di gravità),

Giuseppe Lo Schiavo (energia eolica)

Stefano Russo (macchine percettive),

Stefano Marangon (energia solare)

Luciano Maciotta (energia biologica)

Pio Tarantini (Cosmogonie)

Gioni David Parra (Orione come Metafora),

Mario De Leo (lettere Cosmiche)

 

A completare il percorso l’esposizione della collettiva di magliette d’artista Il Tredicesimo Segno:  opere originali create da artisti sui segni dello Zodiaco in occasione della mostra il cui ricavato sarà in parte devoluto all’associazione a sostegno delle sue attività. Simbolo d’eccellenza Ofiuco, rappresentato dalla Metafora di Laocoonte di Gabriele Poli. 

Gabriele Poli: il tredicesimo segno Laocoonte come Ofiuco
Gabriele Poli: il tredicesimo segno Laocoonte come Ofiuco

 

 

 

 

 

 

 

Gabriele Poli (Ofiuco come Laocoonte)

Il tutto nella cornice di una selezione di scatti fotografici sui luoghi di Milano con riferimenti astrologici e astronomici (Milano Celeste)

Inaugurazione ad invito il 24 novembre 2016

Apertura al pubblico dal 25 novembre 2016 – ingresso 5 euro (soci 3 euro)

Il rapporto tra l’Uomo e la Terra ha subito cambiamenti importanti. Oggi abbiamo una maggiore consapevolezza degli equilibri da tenere tra i nostri bisogni e l’ambiente in cui viviamo. Nei centri urbani ci muoviamo sempre più in bicicletta, stiamo limitando l’uso del petrolio, abbiamo abbandonato i sacchetti di plastica, abbiamo imparato e riciclare, mangiamo cibi biologici, usiamo lampadine a led, cerchiamo di dedicare del tempo all’attività fisica. Una rivoluzione importante che è accompagnata da scoperte scientifiche sempre più rivoluzionarie anche sul rapporto non solo tra noi e la Terra, ma anche tra noi e i Pianeti. Ad ottobre di quest’anno, per esempio, la Nasa ha recepito che dall’ultima mappatura del cielo c’è una nuova costellazione, Ofiuco (dal 30 novembre al 18 dicembre), risultato di uno spostamento dell’asse terrestre. Questa costellazione ha avviato una discussione tra astronomi e astrologi sull’aggiunta o meno di un Tredicesimo Segno allo Zodiaco. Si potrebbe dire, “segno dei tempi” in quanto è stato raffigurato come Laocoonte, figura della mitologia greca che lotta con il serpente per salvare i suoi figli e mai, come in questa fase storica, l’Umanità lotta per salvare le sorti del Pianeta e quindi il futuro dei suoi figli. A completare il percorso della mostra troverete anche un’esposizione di magliette originali realizzate da artisti vari tra cui il Tredicesimo segno, Ofiuco, realizzato da Gabriele Poli.

Che si creda all’astrologia o meno l’Uomo ha sempre subito il fascino e l’influenza delle stelle e, nel corso dell’esposizione si svolgeranno degli incontri sul tema con astronomi, astrologi, geologi, ambientalisti.

————————————–

 

Sabato 26 Novembre 2016 ore 18:00 – per la mostra L’uomo, la Terra, i Pianeti : Alessandro Broveglio , astrologo

“Milano e i suoi simboli zodiacali: pillole previsionali per il 2017”


Sabato 3 Dicembre 2016 ore 18:00 per la mostra L’uomo, la Terra, i Pianeti

Ornella Ventura e  Marco Gambassi

Ornella: “Nessuno ci crede ma tutti sbirciano… Differenza tra l’oroscopo di massa e la lettura di un tema natale.”

Marco: “Ofiuco: il tredicesimo segno. Costellazione o Pianeta? Facciamo chiarezza”.

 

Mostra aperta a Spazio Tadini: Milano Celeste


soletoroTi piace fotografare? Partecipa alla raccolta fotografica Milano Celeste

illustra Milano e il suo rapporto con i pianeti e le stelle all’interno dell’esposizione “L’Uomo, la Terra e i Pianeti” che vedrà la partecipazione di diversi artisti.

Spazio Tadini, 24 novembre, 24 dicembre 2016

L’invito è rivolto a tutti “fotografi e non” per una chiave di lettura suggestiva della città.

Sapevate che all’interno della Basilica del Duomo c’è una meridiana con il simbolo del Capricorno realizzato dagli astronomi di Brera nel 1786? E che in una Milano in cui tutti vivono di corsa i progettisti della stazione Centrale hanno deciso di ricordarlo inserendo i segni zodiacali nel decoro del salone biglietterie? Esiste poi, in Corso Magenta 65, anche una stanza dello zodiaco nella Casa degli Atellani. E che dire della meraviglia del Planetario che in Porta Venezia apre a tutti una porta per guardare le stelle? E delle torri residenziali di Porta Nuova di cui la più alta si chiama Solaria accompagnata da Solea e Aria? Sono concepite per avere un rapporto ottimale con l’illuminazione naturale seguendo le ultime tendenze dell’architettura moderna.

Questi e altri luoghi o opere d’arte parlano di una Milano che ieri, come oggi, si relazione con il Cosmo, presta attenzione agli astri per i pronostici e i buoni auspici e si rapporta con il Sole nelle sue architetture e piazze.

Per partecipare a Milano Celeste non devi necessariamente essere un fotografo professionista, ma un bravo osservatore.

Puoi inviare i tuoi scatti alla mail: ms@spaziotadini.it con oggetto Milano Celeste.

Indicate nella mail il luogo o i luoghi fotografati, il vostro nome, cognome, telefono, mail e specificate che date autorizzazione all’utilizzo della foto per la pubblicazione su Spazio Tadini, Milanoartexpo e per la proiezione nel corso delle esposizioni di “L’uomo, la Terra e i Pianeti”. E’ preferibile che inseriate “in piccolo” il vostro nome sulla fotografia nel lato destro in basso.

Foto per autore massimo 5 da allegare a risoluzione media. (Melina Scalise e Francesco Tadini, curatori dell’evento, si riservano di selezionare gli scatti più pertinenti al tema).

Per chi volesse si possono utilizzare anche penna e matita.

 

Per ulteriori informazioni: Melina Scalise 3664584532