Archivi categoria: FOTOGRAFIA

Dimercoledì sulla fotografia analogica


La Fotografia Analogica – Back to the Past  ogni mercoledì con PHOTOMILANO nella sua sede @ Spazio Tadini Casa Museo. Mercoledì 16 ottobre alle ore 19.30 dibattito sulla fotografia analogica a cura di Angelo Cucchetto, in dialogo con la curatrice di fotografia Federicapaola Capecchi, Francesco Tadini fondatore di PHOTOMILANO e di SPAZIO TADINI e i fotografi Beppe Bolchi, Stefano Pensotti e Giuseppe Pons.

Di mercoledì sulla fotografia con PhotoMilano e Cities

I tre Autori lavorano spesso in analogico, e nel corso della serata verrà presentato Back to the Pastun volume che raccoglie estratti sintetici di 20 progetti fotografici realizzati con tecniche diverse, dalle macchine analogiche (ad esempio Yemen di Graziano Perotti tra gli altri progetti realizzati con macchine tradizionali Nikon, Canon, Olympus, Afga), a tecniche di Fotografia istantanea (Instant Cities di Giorgio Galimberti per esempio) al Foro Stenopeico di Città senza tempo di Beppe Bolchi, al transfer Polaroid su carta d’acquerello di Ricordi D’Armenia di Luigi Vigliotti.

Si tratta del primo volume realizzato della collana autoriale che fa parte del progetto editoriale Cities.

Il libro (di cui vi saranno copie cartacee alla serata) è sfogliabile online a https://issuu.com/isp-italianstreetphotography/docs/issuu_bttp_book

all’interno della serata i tre Autori presenteranno in proiezione i tre progetti completi che compaiono nel volume Back to the Past, oltre ad altri loro lavori in analogico. Stefano Pensotti presenterà anche anche alcune sue immagini analogiche B&W tratte dal volume Milano, la città raccontata da 15 grandi scrittori, Periplo Edizioni 1992

Beppe Bolchi con Città senza Tempo

Stefano Pensotti con Azalai

Giuseppe Pons con a west di Hollywood

Seguirà dibattito con il pubblico, con domande agli autori su loro progetti ed in generale sulla fotografia analogica

I Mercoledi’ di photomilano a spazio tadini


Con la fotografia di Dimitar Harizanovlo spiderman di Milano – mercoledì 25 settembre 2019, sono ripresi gli incontri del Mercoledì di PhotoMilano, alle ore 19:30, presso Spazio Tadini Casa Museo. Un ciclo di appuntamenti, aperti al pubblico, dedicati alla proiezione e visione di progetti fotografici e autori.

L’idea, di Francesco Tadini fondatore e direttore di PhotoMilano Club Fotografico Milanese e fondatore di Spazio Tadini, porta ogni mercoledì uno o più fotografi appartenenti a PhotoMilano, oppure curatori, a presentarne al pubblico altri, discutendo della loro fotografia, dei loro progetti, della loro tecnica e stile.

Maggiori informazioni QUI

I mercoledì di PhotoMilano Club Fotografico Milanese. Un ciclo di appuntamenti, aperti al pubblico, dedicati alla proiezione e visione di progetti fotografici e autori.

I prossimi mercoledì:

2 ottobre 2019 Dedicato al Contest Fotografico PhotoMilano Estate 2019 diviso in due categorie – Luoghi da (ri) scoprire e Mestieri da (ri) scoprire. Durante questo diMercoledì si proclamerà il vincitore di ognuna categoria.

9 ottobre 2019 Dedicato alle fotografie di Milano Off Fringe Festival 2019 realizzate da 43 PhotoMilanesi che hanno dedicato il loro tempo e la loro professionalità a promuovere la cultura e il teatro.

16 ottobre 2019 Dedicato alla Fotografia Analogica. Con Angelo Cucchetto, Beppe Bolchi, Stefano Pensotti e Giuseppe Pons

23 ottobre 2019 Dedicato alla Fotografia di Scena con Roberto Rognoni

I MERCOLEDI’ di PhotoMilano

@SPAZIO TADINI CASA MUSEO (sede di PhotoMilano)

Ore 19:30

Via Niccolò Jommelli 24, 20131 Milano – MM 1 Loreto, MM2 Piola, Bus 81-62

Per informazioni sui “Mercoledì di PhotoMilano” e per candidarsi, inviare mail a Francesco Tadini: francescotadini61@gmail.com e a Federicapaola Capecchi: federicapaola@gmail.com

Maria Mulas, mostra fotografica:Tadini&Co.


Esposizione fotografica di Maria Mulas dal 19 settembre al 20 ottobre 2019. Inaugurazione 19 settembre ore 18.30 Casa Museo Spazio Tadini, via Niccolò Jommelli, 24 Milano. Ingresso gratuito. Visite guidate 5 euro.

Maria Mulas, fotografa milanese, apre la rassegna di esposizioni Tadini & Co che segnerà un percorso di scoperta di artisti, fotografi, scrittori etc. che hanno accompagnato la fertile stagione intellettuale tra gli anni 70 e 90 a Milano di cui Emilio Tadini era figura di stimolo creativo e critico.

┬® Maria Mulas, Christo, New York 1979

Maria Mulas in quegli anni documentò, con una serie di ritratti, i tanti personaggi che hanno dato vitalità al fervore intellettuale del tempo, alla ricerca di dialogo con il resto del mondo e dove Milano è stata luogo di scambio di idee, contatti e originalità. Le sue foto sono fonte documentativa e narrativa importante dell’atmosfera di un periodo che ha gettato le basi della Milano di oggi. Moda, design, arte hanno viaggiato di pari passo con lo sviluppo economico di una città che è stata, ed è, sempre più aperta alle avanguardie e alla contaminazione culturale.

In esposizione non solo ritratti, ma anche una ricerca sulle architetture e sulle prime sperimentazioni del digitale da parte di una delle donne fotografe che ha saputo competere con i fotografi del tempo, tanto da aver costituito uno degli archivi più ricchi e ricercati, in particolare su Milano.

Maria Mulas inizia a fotografare su stimolo del fratello Ugo Mulas che le regala la prima macchina fotografica. Nei primi anni 70 si dedica alla fotografia teatrale, poi estende il suo interesse a tutto l’ambito artistico e culturale condividendo, con il fratello, diversi amici e contatti anche del noto bar Jamaica, luogo di ritrovo intellettuale, tanto quanto molte gallerie della città, tra cui lo Studio Marconi dove si aprivano gli orizzonti dell’arte oltre confine e di cui Tadini, Schifano, Del Pezzo, Pardi e altri ancora furono parte attiva e fondante del successo di Studio Marconi – fondato da Giorgio Marconi (oggi Fondazione Marconi).

Maria Mulas faceva parte del giro stretto di amici di Emilio Tadini e sua moglie Antonia con i quali si mischiava il divertimento con l’indiscutibile produzione di idee e stimoli intellettuali. Una grande e lunga amicizia che oggi la vede, ancor un volta, protagonista presso la Casa Museo fondata d Francesco Tadini e Melina Scalise in memoria di suo padre, Emilio.

Emilio Tadini 001 ph.MariaMulas, Valerio Adami Jean Louis Schefer, 1972
ph.MariaMulas, Valerio Adami Jean Louis Schefer, 1972

Dal libro Torno Subito: dedicato a Emilio Tadini alla sua morte:

Maria Mulas: “Ero sempre contenta quando Emilio veniva da noi la sera perchè della noia non c’era pericolo di sprofondare, con la sua vitalità elettrizzava la festa.

Oramai era scontato che avremmo venduto il nostro appartamento a un certo punto della serata l’argomento finiva lì.

Allora, vendi?

Si, rispondevo

Però un balcone come pièd a terre lo devi tenere. Così possiamo continuare a venire qui a fare i nostri party mettendo una scaletta di corda per salire e scendere liberamente. E faremo versacci verso l’interno ai nuovi inquilini. Ti raccomando, ascolta il mio consiglio. Come farebbe altrimenti Alberto a buttarti dal balcone dopo che tu gli hai nascosto i dieci chili del suo adorato taleggio per impedirgli di mangiarlo? E noi a testimoniare che lui è l’assassino? Senza il balcone non si può fare nulla.

Era così Emilio, aveva una fantasia completamente surreale.”

Emilio Tadini ritratto da Maria Mulas

scarica comunicato stampa

CASA MUSEO SPAZIO TADINI

Via Niccolò Jommelli, 254 Milano

(MM Loreto/Piola)

dal 19 settembre al 20 ottobre 2019

inaugurazione 19 settembre ore 18.30

Orario di apertura da mercoledì a sabato dalle 15.30 alle 19.30 –

Domenica su prenotazione via mail: museospaziotadini@gmail.com o telefono: 3664584532 (entro venerdì).

Ingresso libero

Visite guidate al museo e alle mostre 5 euro.