JAZZMILANO: Rassegna “New Bottle Old Wine”, Maggio 2014 a SpazioTadini

jazz-milano-michele-caiati-spazio-tadini-federicapaola-capecchi-defDa venerdì 9 maggio, e per tutto il mese, ogni venerdì a Spazio Tadini alle 21:30, Milano potrà godere della musica jazz dal vivo, in un contesto suggestivo e stimolante, tra opere d’arte e mostre.

Nomi della scena jazz nazionale e internazionale e l’attenzione rivolta ai giovani talenti, generazioni a confronto, stili in dialogo, esperienze unite sul palco. Questi solo alcuni degli ingredienti della prima Rassegna Jazz a Spazio Tadini, “New Bottle Old Wine”, a cura di Michele Caiati, in collaborazione con Federicapaola Capecchi.

“Il jazz, più di altre forme musicali, vive della performance dal vivo, con le sue dinamiche anche improvvisative e lo stretto rapporto diretto con il pubblico. Il jazz è capace di generare sempre nuovi e ulteriori linguaggi, è continuamente dinamico e in evoluzione, capace di fondere, con originalità e passione, tradizione e avanguardia; ad oggi continua ad attrarre, catturare e convincere nuove generazioni. Queste stesse non hanno, però, tutte le opportunità delle generazioni precedenti, sia per chi desidera performare dal vivo – e così fare pratica vera, crescere e farsi notare – sia per chi desidera ascoltare musica dal vivo. La nostra generazione, a Milano, aveva Le Scimmie, Il Grillo Parlante, il Capolinea, solo per citarne alcuni, oggi ormai quasi tutti scomparsi, alcuni fisicamente, altri nella loro natura di luogo dove accogliere e stimolare la musica dal vivo e l’interazione tra musicisti. E così, qui a Spazio Tadini, dove da sempre si lavora per mettere in comunicazione artisti, linguaggi e arti, dove fin dalla nascita dell’Associazione l’attenzione è rivolta ai giovani, alle loro potenzialità, desideri e futuro, dove si promuove e sostiene la cultura e l’arte a 360°, vogliamo provare, un passo per volta, a offrire questo luogo come riferimento per scambi culturali tra generazioni, perché possano avvenire con regolarità, per incontri creativi tra musiche e musicisti, per una reale interazione, regolare e costante, tra di essi, per restituire, con continuità, la magia, la forza e la bellezza di un concerto live e del ritrovarsi insieme in un luogo fisico con una passione e un interesse comune.”  Michele Caiati, Federicapaola Capecchi

JAZZMILANO: Rassegna “New Bottle Old Wine”, Maggio 2014@SpazioTadini

A cura di MICHELE CAIATI in collaborazione con Federicapaola Capecchi

VENERDI’ 9 MAGGIO 2014

Roberto Cecchetto (chitarra) E Alessandro Rossi (batteria)

VENERDI’ 16 MAGGIO 2014

Tino Tracanna(sax) E Max Milesi (sax tenore), Giulio Corini (basso), Filippo Sala (batteria)

VENERDI’ 23 MAGGIO 2014

Antonio Zambrini (piano) E Nicolò Ricci (sax tenore)

 

INIZIO CONCERTO: ore 21:30

INGRESSO: € 8 + € 1 (tessera)

Informazioni e prenotazioni: +39 02 26 82 97 49; federicapaola@spaziotadini.it; mc.caiati@gmail.com

http://www.spaziotadini.it

http://www.spaziotadini.wordpress.com

 

Roberto Cecchetto (chitarra)

Alessandro Rossi (batteria)

..mi piace molto suonare in duo con la batteria perché permette una completa libertà di azione musicale, lasciando molto spazio al dialogo ritmico. In passato l’ho fatto molto con diversi batteristi e in questa occasione ho scelto di suonare con Alessandro Rossi, un giovane batterista di talento, con una musicalità sorprendente..” Roberto Cecchetto

 

Tino Tracanna (sax)

Max Milesi (sax tenore)

Giulio Corini (basso)

Filippo Sala (batteria)

Ho incontrato Max Milesi nel corso del Biennio Jazz del Conservatorio e ho trovato subito la sua maniera di suonare il tenore molto originale e personale ma soprattutto a questa si aggiungeva una complessiva “visione” musicale ricca e fuori dagli schemi, per me molto ispiratrice ed in qualche maniera affine.

Approfondendo la nostra conoscenza ed approfittando anche della nostra vicinanza di casa, abbiamo cominciato a lavorare su un fantasmagorico duo di sax, impresa assai ardita, che senza farla troppo lunga si è evoluta in questo quartetto con un’insolita front line di due sax.

Chi mettere alla batteria se non Filippo Sala che, sebbene provvisto di un sano background rock, esprime un sound così puramente jazz?

Giulio Corini, “fuori quota” di questo gruppo, è semplicemente un musicista con cui puoi fare tutto… E non dico altro.

Ecco qua Double Cut che è per me l’occasione per mettere in campo alcune mie cose più particolari e soprattutto confrontarmi con altre che sono nell’aria proprio adesso…” Tino Tracanna

 

Antonio Zambrini (piano)

Nicolò Ricci (sax tenore)

Quando mi è stato proposto di individuare un musicista dell’ultima generazione con cui suonare allo Spazio Tadini, ho pensato a Nicolò Ricci per un motivo soprattutto:

Al di là del grande talento strumentale, che Nicolò condivide con diversi altri giovani della sua generazione, ho pensato alla particolare duttilità dello stile che sta sviluppando, che rende agevole la scelta di un terreno d’incontro naturale, e vario, malgrado la differenza di età e, conseguentemente, di riferimenti ed esperienze d’ascolto.

Mi interessa molto anche il confronto con musicisti il cui linguaggio mi costringa ad andare più decisamente oltre i miei “orizzonti” abituali, e ciò spesso avviene con diversi altri giovani veramente bravi con cui ho la fortuna e di poter suonare; diciamo che con Nicolò, grazie alla sua particolare vocazione musicale, saprò di non dover pensare troppo, in vista del concerto, a quale “ambito stilistico” scegliere, penso che saremo piuttosto liberi..” Antonio Zambrini

 

 

JAZZMILANO: Rassegna “New Bottle Old Wine”, Maggio 2014@SpazioTadini

A cura di MICHELE CAIATI in collaborazione con Federicapaola Capecchi

 

Jazz-Milano-Michele-Caiati-Foto-Tommaso-Riva
Michele Caiati, Foto&copyright Tommaso Riva

Michele Caiati

Incontra Federicapaola Capecchi, responsabile danza, musica e teatro di Spazio Tadini, agli inizi del 2014 e presenta così in anteprima assoluta il cd Dugong proprio a Spazio Tadini. Da lì, per condivisione di vedute, obiettivi e passioni, inizia la loro collaborazione, di cui questa rassegna è solo la prima tappa.

Chitarrista Jazz, compositore e arrangiatore, inizia la sua formazione con Bebo Ferra presso l’Accademia del suono (dove vince una borsa di studio nel dipartimento di Jazz) fino a diplomarsi con lode in chitarra jazz presso il conservatorio G. Verdi di Como sotto la guida di Roberto Cecchetto e Marco Micheli. Leader e sideman di diversi gruppi attivi nel nord Italia, ha la possibilità di esibirsi in molti Jazz Club e in diverse rassegne Jazz al fianco di artisti come Giovanni Falzone, Antonio Zambrini, Gianluca Di Ienno, Alberto Gurrisi, Alex Orciari e altri. Nell’arco degli anni ha la possibilità di perfezionarsi seguendo diverse masterclass ed esibendosi contestualmente con musicisti del calibro di Andres Jormin, Drew Gress, Avishai Cohen, Enrico Pieranunzi, Pietro Tonolo, Franco D’Andrea, Scott Coley e molti altri. Affianca all’attività di concertista, quella di producer audio, curando la realizzazione di musiche destinate alla sonorizzazione di art videos e di spot, destinati a circuiti italiani e internazionali. Insegna inoltre jazz e musica d’insieme presso diverse strutture tra cui le scuole civiche di Desio e di Buccinasco.

 

Info per la Stampa

Federicapaola Capecchi

+39 02 26 82 97 49

+39 347 71 34 066

federicapaola@spaziotadini.it

 

2 pensieri su “JAZZMILANO: Rassegna “New Bottle Old Wine”, Maggio 2014 a SpazioTadini”

I commenti sono chiusi.