Diritti umani: I dolori della pace: Scontro o crisi di civiltà nel Mediterraneo a cura dell’associazione Per i diritti umani

 doloriSpazio Tadini ospita, ancora una volta, l’Associazione per i Diritti Umani, per affrontare il tema dei diritti.

Mercoledì 14 alle ore 18.30 a Spazio Tadin si svolge l’incontro patrocinato dal Comune di Milano – Consiglio di Zona 3 : “I DOLORI DELLA PACE. Scontro o crisi di civiltà nel Mediterraneo dal Darwinismo geopolitico al disarmo culturale” Via Jommelli, 24 (MM Loreto/Piola) a Milano alle ore 18.30.

 L’evento è il quinto appuntamento de “La carovana dei Diritti” e vedrà la partecipazione di Giuseppe Goffredo e Mohammad Amin Wahidi. Sarà presentato il libro “I dolori della Pace”. Più in generale sarà l’occasione per dibattere su questioni di grande attualità come la necessità della pace e del dialogo tra i popoli, con particolare riferimento ai Paesi del Medio-Oriente.

L’incontro sarà moderato da Alessandra Montesanto, vicepresidente dell’Associazione per i Diritti Umani.

Durante la serata verrà proiettato un cortometraggio a tema.

Mohammad Amin Wahidi è nato Kabul nel 1982, rifugiato in Pakistan con la famiglia all’età di 10 anni, al rientro in patria ha studiato teatro e cinema alla Facoltà di Belle Arti di Kabul. Tra i primi presentatori televisivi in Afganistan di etnia hazara, osteggiato dai fondamentalisti pashtoon fino alla chiusura delle sue trasmissioni, nel 2007 ha fondato la casa di produzione Deednow Cinema (Nuova Visione) che supporta il lavoro di filmmaker afgani che vogliano trasmettere un messaggio di pace. Wahidi è regista, poeta e attivista dei Diritti Umani.

Giuseppe Goffredo è poeta, scrittore, saggista, si è occupato per la prima volta in Italia dagli anni Ottanta del tema “Italia-Mediterraneo-Europa”. Ha fondato il Laboratorio Progetto Poiesis organizzando il festival Poesia In Chiostro (1983.1993), ed in seguito i Seminari di Marzo dal 1995 a oggi. È direttore della rivista da Qui letteratura arte e società fra le Regioni e le Culture mediterranee, e dal 2007 è direttore editoriale della Poiesis Editrice che pubblica saggistica, narrativa e poesia stabilendo un ponte fra le rive del Mediterraneo e dell’America Latina.

 “Se la guerra si deve porre gli interrogativi sui fini dell’umanità, la pace deve predisporre i mezzi per raggiungere tali fini. La pace in realtà si deve porre come ricerca totale, individuale e collettiva, temporale e spirituale, per modificare le prospettive di vita sul pianeta”.

 

1 commento su “Diritti umani: I dolori della pace: Scontro o crisi di civiltà nel Mediterraneo a cura dell’associazione Per i diritti umani”

I commenti sono chiusi.