Archivi tag: mostre fotografiche

Fotografia di Alberto Scibona L’umanità è un soggetto umoristico


La fotografia di Alberto Scibona in mostra alla Casa Museo Spazio Tadini dal 24 gennaio al 22 febbraio 2020 con L’Umanità è un soggetto umoristico. L’esposizione comprende una selezione fotografica di più di 40 immagini. Apre al pubblico il 24 gennaio alle ore 18.30 (Spazio Tadini via Niccolò Jommelli, 24). L’ingresso è libero. Apertura da mercoledì a sabato dalle 15.30 alle 19.30. Ogni sabato ingresso visite guidate 7 euro (visita a tutto il museo compresa la mostra permanente di Emilio Tadini). La mostra è a cura di Francesco Tadini e Melina Scalise.

Commedia metropolitana testo di Melina Scalise

Nessuna parola, né narrazione o commedia avrebbe espresso così bene le numerose occasioni umoristiche del caso e del caos metropolitano come le fotografie di Alberto Scibona. Puoi camminare da solo per strada, entrare da solo in una chiesa, visitare da solo un museo e, nonostante questo, scoprire che la città ti sorride sempre e ti parla. Puoi non sentirti mai solo, basta saperla guardare. Là dove l’umanità si concentra, lavora, corre e ti ignora succedono strane convergenze della casualità. Le persone, i loro oggetti, le loro espressioni, il loro vissuto e le loro costruzioni aprono un dialogo sorprendente tra loro. Queste connessioni generano sinapsi interpretative di scene di città che per il fotografo Alberto Scibona sono rapide quanto un click. Le situazioni davanti al suo obiettivo assumono il senso della contraddizione, dell’assurdo e del riso fino a quell’humor che esprime il bisogno comune di saper sorridere del nulla apparente che si genera dal caos.

Nelle sue fotografie trovi una scarpa che ti guarda con il volto di chi vuole mostrarti come ci si sente nel “Svegliarsi col piede sbagliato”,

Alberto Scibona Svegliarsi con il piede sbagliato

trovi il palo a cui vorresti abbracciarti come una bicicletta in cerca di sicurezza,

Alberto Scibona – Stiamo vicini vicini!

impari che non tutte le strade portano a Roma,

Alberto Scibona per tutte le direzioni

scopri che la stampa non rispecchia più le tue alte ideologie,

Alberto Scibona Una vita per i bicipidi

ti sorprendi che il non “desiderare la donna d’altri” può portarti a desiderare la donna di nessuno,  

Alberto Scibona Attrazione Fatale

incontri cani che come umani fanno i bulli del quartiere,

Alberto Scibona – Il mastino ha loro in bocca

che le Chiese svelano conversazioni “dell’altro mondo”

Alberto Scibona – Le vie della rete sono infinite

e che è più facile essere riconosciuti per un nome scritto su uno zaino piuttosto che su un documento d’identità.

Alberto Scibona – Lei non sa che sonno ho io

Dante Alighieri scrisse la Divina commedia per raccontare con parole nuove il caos del suo tempo. Quella commedia in versi oggi la possiamo raccontare con un altro segno e disegno e figura: la fotografia. Un’immagine, senza parole, in silenzio e attraverso un solo sguardo arriva al mondo intero e lo descrive, lo critica e lo trasforma.

Le fotografie affollano i social, il web, i giornali, le televisioni e si moltiplicano esponenzialmente, ma a differenza di chi scatta per affermare il proprio essere e vivere il mondo, un fotografo deve porsi il problema di scegliere in che lingua parlare. L’immagine scelta, postata o stampata deve essere una cifra linguistica, una decisione narrativa.  Alberto Scibona ha scelto di raccontare la commedia umana, soprattutto quella della metropoli, dove l’umanità ha scelto di concentrarsi, di costruire, di lavorare, di progettare, di gestire di più e ancora di più. Milano è certamente l’emblema italiano di questo più, del fare di più. Così le sue fotografie hanno conquistato anche il cuore di uno dei gruppi fotografici social tra i più attivi del capoluogo PhotoMilano, e migliaia di persone apprezzano, tutti i giorni, la sua commedia metropolitana raccontata per immagini. I suoi scatti viaggiano insieme ai suoi titoli esilaranti e scopri che ti appartengono, che lui ha colto il fotogramma del film in cui anche tu sei protagonista, ma distratto sei passato oltre senza accorgerti.

“Umorismo – dice la definizione – è sostantivo maschile, è la capacità di rilevare e rappresentare il ridicolo delle cose, non implica una posizione ostile o puramente divertita, ma l’intervento di un’intelligenza arguta e pensosa e di una profonda e spesso indulgente simpatia umana”.

Ebbene quell’”intelligenza arguta” e “indulgente simpatia umana” appartengono pienamente ad Alberto Scibona fotografo. Dunque cittadini milanesi – e non solo – per ogni caso del caos … “Comunque, buon anno”.

Alberto Scibona – Comunque buon anno

Melina Scalise

Ability day -reportage fotografico di Photomilano


20 ottobre al 19 novembre 2017 – Apertura al pubblico 20 ottobre ore 18.30  Casa Museo Spazio Tadini,  via Niccolò Jommelli, 24 Milano.

I normali e i reportage come non li avete mai visti alla Casa Museo Spazio Tadini dal 20 ottobre al 19 novembre. A Monza l’Ability Day organizzato dalla Fondazione Alessio Tavecchio Onlus ha permesso a decine di persone di provare a praticare discipline sportive paralimpiche in piazza e la giornata è stata documentata da 59 fotografi  di PhotoMilano, club fotografico milanese.

I normali e i reportage come non li avete mai visti alla Casa Museo Spazio Tadini dal 20 ottobre al 19 novembre. A Monza l’Ability Day organizzato dalla Fondazione Alessio  Tavecchio  Onlus ha permesso a decine di persone di provare a praticare discipline sportive paralimpiche in piazza e la giornata è stata documentata da 59 fotografi  di PhotoMilano, club fotografico milanese.

Gli scatti più significati sono stati selezionati e donati dai partecipanti attraverso il fondatore di PhotoMilano, Francesco Tadini, alla Onlus Fondazione Alessio Tavecchio per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi legati alla dis-abilità, all’inclusione sociale e alle possibilità che offre lo sport paralimpico.

Un reportage unico reso possibile da Elisabetta Parravicini che,  parte del team organizzativo della Fondazione Alessio Tavecchio Onlus e anche parte del Team di PhotoMilano,  ha ideato il coinvolgimento e coordinato la partecipazione del Team di PhotoMilano e di altre realtà facendo da trait d’union fra queste e la Fondazione Alessio Tavecchio Onlus.

Domenica 15 ottobre campioni paralimpici e persone con e senza disabilità hanno provato a “giocare” insieme, correre insieme, camminare insieme. Un’atmosfera magica raccontata in modo diverso dallo sguardo di 59 fotografi di PhotoMilano che, coronano così, la loro prima uscita come reporters al servizio della città metropolitana.

ELENCO DEI FOTOGRAFI DI PHOTOMILANO CHE HANNO REALIZZATO IL REPORTAGE DELLA GIORNATA

Adele Caracausi, Alberto Scibona, Alessandro Saponaro, Andrea Fuso, Angelica Mereu, Antonella Fiocchi, Calimero Elvio De Santis, Siviero Calvi, Cesare Augello, Claudio Pavesi, Cristina Risciglione, Daniela Borsari, Daniela Loconte, Daniele Rossi, Diego Bardone, Elena Galimberti, Elena Santoro, Elisa Villa, Elisabetta Gatti Biggì, Emanuele Cortellezzi, Fabio Zavattieri, Fabio Bonfanti, Fabrizio Favale, Francesca Giraudi, Francesco Falciola, Francesco Viceconti, Gabriele Ghinelli, Gabriella Cuccadu, Gianfranco Bellini, Gianpaolo Grignani, Giovanna Paolillo, Greta Pescarzoli, Lamberto Morosini, Laura Caligiuri, Luciano Perciaccante, Luigi Alloni, Luisa Pineri, Marco Parenti, Maria Luisa Paolillo, Marisa Di Brindisi, Melania Siracusano, Monica Santoro, Monica Vesci, Nerella Buggio, Paola Tarroni, Paolo Pacecca, Paolo Dalprato, Piergiuseppe Carboni, Pietro Donato, Raffaello Merli, Renato Corpaci, Roberto Crepaldi, Roberto Longoni, Romina Pilotti, Sabrina Polo, Silvia Questore, Stefania Oppedisano, Stefano Borella, Tiziana Granata, Walter Ciceri.

 

Hanno collaborato, partecipato e sostenuto l’evento in varie forme:

Regione Lombardia, Provincia di Monza e Brianza, Comune di Monza, ATS Brianza, Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus, CIP  Lombardia, Fondazione Adecco per le  pari opportunità, Associazione Paraplegici Lombardia Onlus, Social Time Onlus, Il Salto Asd, Asd Brianza Silvia Tremolada, Free Moving, Freewhite Sestriere Onlus, Sport Di Più, Piccoli Diavoli 3 Ruote, Fondazione Pistoletto Città dell’arte Biella, Koreos, ZenLab e tante altre associazioni e volontari del territorio, media partner Il Cittadino e ViSo.

TESTIMONIAL UFFICIALI PRESENTI

ALESSIO TAVECCHIO
Atleta paralimpico nuoto – Atlanta ’96

MAURIZIO NALIN
Atleta paralimpico pentathlon – lancio del peso
Atlanta ’96 – Barcellona ‘92 – Atene ‘04

 

PHOTOMILANO

È il club fotografico che ha Milano nel cuore, la città più mutevole del mondo. Ma anche un luogo speciale dove si racconta, si fa e si raccoglie la cultura della grande fotografia metropolitana.

Con quella speciale attitudine milanese del fare, sotto la regia di Francesco Tadini che ne cura personalmente mostre ed eventi, PhotoMilano raccoglie in sé centinaia di fotoamatori e fotografi professionisti, creando un laboratorio artistico unico nel suo genere, officina delle immagini e delle idee della nostra città.

 

 

Salva

Photofestival Milano: a Spazio Tadini SECONDO NATURA di Roberto Mutti dal 15 marzo al 13 aprile.


SECONDO NATURA

 

di Roberto Mutti

Dal 15 marzo (inaugurazione ore 18.30) al 13 aprile  2013: SECONDO NATURA a cura di Roberto Mutti  collettiva con Giovanni Guadagnoli, Luisa Pineri, Mario La Fortezza, Renato Cerisola, Elena Santoro, Emma Vitti.

Quello del paesaggio naturale è un tema classico con cui la fotografia si è misurata fin dai primordi, quando pareva inevitabile seguire le tracce indicate dalla pittura. Tutto si è fatto decisamente più interessante quando i fotografi hanno preso consapevolezza dell’autonomia del loro mezzo e della conseguente necessità di seguire nuove e più personali strade interpretative. Da ciò sono nate tendenze contemporanee capaci di misurarsi con la realtà indagandola fin nelle sue più nascoste pieghe per un verso (soprattutto nella grande scuola americana di Ansel Adams e Edward Weston) riscoprendone la bellezza spettacolare e i rimandi alla filosofia naturalistica, dall’altro lasciando che sia lo sguardo ad andare oltre.  Continua a leggere Photofestival Milano: a Spazio Tadini SECONDO NATURA di Roberto Mutti dal 15 marzo al 13 aprile.