Archivi tag: Antonio Canino

Il grande oceano di Alborghetti


Giovedì 16 gennaio alla Casa Museo Spazio Tadini alle ore 20 si presenta il libro di Elisabetta Alborghetti “Il grande oceano”. L’iniziativa è curata dal Rotary Club Milano Precotto San Michele di cui l’autrice è membro e la presenta Antonio Canino che ne è il presidente.

Il romanzo ci porta a riflettere sul tema della morte, argomento con il quale l’uomo contemporaneo difficilmente accetta un confronto perché oggi è molto concentrato nel raggiungere il mito dell’eterna giovinezza vivendo in realtà un’eterna illusione.

La morte è un accadimento necessariamente individuale, ma questo non dovrebbe portare a viverlo in solitudine. Tuttavia questo a volte accade perché non è raro trovare persone, anche amici, che non riescono più a relazionarsi con chi è vicino alla morte.

Heidegger scriveva che la “vita autentica” è quella che vede l’uomo vivere per la morte e quindi che ha sempre ben presente il senso della fine. Un principio per cui l’uomo ridimensiona se stesso ponendosi in relazione con gli altri accettando il limite, riconoscendone le debolezze e l’essere parte integrante di un tutto. Questo significa ribaltare la visione contemporanea del vivere e attribuire un senso alla vita che parte dal dare un senso alla morte. L’autrice è chiaro che si pone il problema del senso della morte nella società.

Nel libro si narra di una persona malata che nel momento di affrontare la morte viene soccorsa da una dama, una figura simbolica che le fa compagnia per sette sere. Questo viene ritenuto un tempo sufficiente per prendere consapevolezza e superare paure.

Si legge nella presentazione del libro :”Il romanzo ha un risvolto surreale che si legge come una favola e che alla fine lascia più fiduciosi e sorridenti. Il tocco è lieve, ma l’approccio è profondo, provocatorio, avvincente e coraggiosamente pratico”.

RECENSIONI

Paolo Testa:“Un libro che mi ha rasserenato e accompagnato delicatamente in una storia di crescita bella e avvincente. Niente di deprimente o rattristante qui dentro. Anzi. Mi sono ritrovato piú fiducioso e sorridente. La trama è intrigante e scorrevole e i personaggi ricchi di fascino. Una bella favola che mi ha aiutato a confrontarmi con le mie paure” 5 stelle

Marta Piccoli: “Ho trovato stupendo, da 10 e lode ” Il Grande Oceano” per delicatezza, profondità e misura, equilibrio e sobrietà insieme. Mi farebbe piacere conoscere, sapere di più dell’autrice e le chiedo gentilmente di tenerne per me ancora una copia  da regalare ad una persona a me cara”

L’autore

Elisabetta Alborghetti, milanese, è laureata in Lingue e Letterature straniere. Parallelamente alla carriera lavorativa, coltiva diverse passioni che la portano agli studi di grafologia, canto lirico e corale, fonologia e recitazione in lingua inglese. Si diploma in counselling (rogersiano) e per 12 anni presta opera di volontariato in un centro di ascolto. Il Grande Oceano è il suo primo romanzo. Per lo stesso editore a dicembre 2019 è uscito il suo secondo romanzo Senza mezze misure, storia di una donna indomabile e della sua rinascita.

Consapevolezza finanziaria: Il denaro ha valore spirituale?


Lunedì 21 ottobre alle ore 20 presso la Casa Museo Spazio Tadini si terrà una conferenza sulla Consapevolezza finanziaria per salvare il mondo: cosa posso fare per gli altri con i miei soldi? L’evento è organizzato dal Rotary CLub Precotto San Michele e saranno presenti, Alessandro Clerici, Consulente finanziario, Vittorio Fumagalli, Economista, Paolo Gila giornalista, Michele Giarrizzo Manager presso Robeco Institutional Asset Management, Antonio Canino presidente del Rotary Club Precotto San Michele.

Spazio Tadini periodicamente si occupa di economi ed è memorabile la mostra Soldi D’artista a cura di Melina Scalise organizzata nel 2010 agli albori della più grande crisi economica dopo il crollo delle borse nel 1929. Ritornare a parlare di questo tema è importante perchè come scrissi allora: “i soldi siamo noi”.
In questa serata ne parlano esperti del settore per fare il punto sul senso di questa ultima grande crisi sul valore del denaro che non può prescindere da una riflessione sul suo senso ovvero a cosa servono i soldi?

Il denaro è una forma di potente energia che attraversa l’umanità, paragonabile al sangue che scorre e nutre l’organismo. IL denaro agisce in maniera positiva se circola in continuazione e in quantità. Quando si blocca, si accumula, talvolta in maniera smisurata, ha lo stesso effetto di un trombo che causa danni ed ischemia.

Il denaro non è “sterco di satana” ma energia pura e flusso positivo, ideato per il bene e l’evoluzione dell’uomo. L’utilizzo moderno è stato standardizzato e magnificato dall’immane lavoro sociale ed economico compiuto a partire dal 110 in Europa, dalle organizzazioni Templari. Da questa attività frenetica è nato il Rinascimento italiano, uno dei fenomeni più grandi di evoluzione e crescita artistica e spirituale nella storia dell’Umanità.

Il denaro agisce in base alle tendenze e al livello di maturità spirituale di chi lo utilizza. Se prevale un uso egoistico e materiale, gli effetti provocati hanno conseguenze negative e devastanti. Se invece prevale un impiego positivo e rivolto al bene, il denaro costituisce un mezzo di evoluzione e di crescita potentissimo.

Dopo alcuni secoli di egoismo e materialismo devastante, abbiamo potuto constatare danni e aberrazioni generate dall’uso incongruo e negativo del denaro (armi, droghe, speculazioni finanziarie, arricchimenti illeciti). Tutto questo male ha generato negli ultimi decenni, come reazione, una corrente di ribellione, evoluzione e crescita di coscienza individuale e collettiva mai avvenuta nella storia dell’Uomo. L’utilizzo del denaro non poteva sottrarsi a questo evento e cominciamo a notare ed evidenziare esigenze e richieste mai avvenute in precedenza, come l’utilizzo etico e la trasformazione di un’economia di consumo e sfruttamento in una orientata anche al bene della collettività.

Per riflettere e approfondire questo fenomeno di trasformazione il Rotary Club Precotto San Michele ha ritenuto opportuno invitare esperti di economia e finanza di altissimo livello professionale.

Chi salva una vita salva il mondo intero, libro di Stefano Stimamiglio


Presentazione di un libro che tratta un argomento di attualità: Chi salva una vita salva il mondo intero, di Don Stefano Stimaglino, sacerdote della Società San Paolo, giornalista. Casa Museo Spazio Tadini 18 settembre ore 20.30 fino alle 22.30.

Questioni etiche e cambiamenti geopolitici pongono l’attenzione sul tema della vita, della qualità dell’esistenza e purtroppo, ancora oggi, di lotta per la sopravvivenza. Questo libro sarà presentato con l’apporto di diversi interventi: Padre Georg Sporschill, sacerdote gesuita, Agnese Pellegrini, giornalista di BenEssere, Silvio Silvi, teologo, Chiara Pontonio, avvocato, Antonio Canino, ginecologo e presidente del Rotary Club Milano Precotto San Michele.