Archivi tag: poesia

Maria Grazia Galatà presenta Khamsin

Sabato 10 dicembre alle 18.30 alla Casa Museo Spazio Tadini Marco Saya edizioni presenta la raccolta Khamsin (frammenti di scrittura-2021) di Maria Grazia Galatà.

Dalla prefazione di Gian Ruggero Manzoni:

Da sempre la realtà di Maria Grazia Galatà viene distillata in immagini, passaggi sonori, versi ricchi di un’intensa concentrazione, dove ogni intento narrativo si perde in favore di istantanee sospese in una dimensione in cui l’assenza di tempo e spazio regge l’accaduto, e anche ciò che accade e quello che accadrà. Quindi la sua forza di caratterizzazione non nasce dalle descrizioni di sé, o di personaggi o luoghi, bensì nella capacità del mettere in evidenza “un qualcosa” di non contingente, di non totalmente palpabile, di indefinito.

In tale componente domina un coinvolgente senso estetico che ulteriormente avvalora i suoi frammenti poetici, in cui “la scena del dire” o, meglio, “la messa in scena” di un ipotetico dialogo si articola, creando una costante atmosfera che parrebbe enigmatica, ma misteriosa non è.”

Dal libro

c’era buio e faceva freddo

la notte all’ombra delle spalle

nella incompiutezza del giorno

mi ricordava che avevo diciott’anni

quando iniziarono a sprofondare

i pavimenti ad uno ad uno – poi

l’annullamento – nel nome del Padre

nel nome del figlio nel nome di Dio

perfetta imperfezione – e non temerò

voci soffuse in un’alba malferma

ph Pino Dal Gal

Biobibliografia

Maria Grazia Galatà, poetessa e artista visuale nasce a Palermo.

Collabora con il giornale di scritture “Il cucchiaio nell’orecchio” e Mentinfuga.

1986 vince il Premio Internazionale di Poesia e Narrativa “All’ombra degli Etruschi”

2002 partecipazione ad “underwood”, ad Ascona insieme ad altri nomi illustri della poesia contemporanea: Mario Luzi, Fernanda Pivano, Edoardo Sanguineti;

2003 ha editato il libro “Congiunzioni”, con fotografie di Costantino Spatafora,

2005 51° Biennale di Venezia, “La notte dei Poeti” con Ana Blandiana ed altri poeti di fama internazionale;

2005 partecipa con un’opera in collaborazione con Costantino Spatafora all’evento “Padiglione Italia” curata da Philippe Daverio ed edito alla fine del 2007 da Rizzoli;

2006 è stata segnalata, tra le opere edite, al “Premio di Poesia Lorenzo Montano”;

2007 a giugno reading presso la fondazione Querini Stampalia di Venezia con l’intervento di Achille Bonito Oliva;

2009 Venezia sede Unesco

2009 53° Biennale di Venezia, “Notte di Luce”con Adonis, Yang Lian Loretto Rafanelli, Massimo Dona’, Pablo Hereveri, Jhonny Tuki, Marco Nereo Rotelli

2010 con un’opera fotografico–poetica in “The last book “installazione di Luis. Camnitzer alla biblioteca di Zurigo, Svizzera;

2010 aprile “Altrove” reading e videoproiezione;

2010 –Edita “L’altro”, poesie e fotografie con prefazione di Gio Ferri e videoproiezione. Segnalazione al Premio di Poesia Lorenzo Montano

2011 Peggy Guggenheim Collection di Venezia con L’urlo di Ginsberg;

2011 collaborazione video con Roland Quelven;

2011 collaborazione video con Pinina Podestà;

2012 edita “Contrasti” scritture e fotografie con prefazione di Gio Ferri; video proiezione in collaborazione con Angelo Secondini;

2012 “Osservazioni Minimali “Mostra fotografica personale; video proiezioni con musica di Angelo Secondini;

2013 “Accrochage” collettiva d’arte Bologna;

2013 “Dice il vero chi parla di ombre” personale fotografica; presso la Galleria d’Arte dell’Istituto Romeno di Venezia.

2015 “crea Congiunzioni Festival di Poesia”

2015 “Venezia e luce” in Antologia poetica di Marco Nereo Rotelli

2016 “Simmetria di un’apparenza” Personale fotografica presso la galleria d’arte “Istituto Romeno” Venezia

2017 Presenta quindici poeti internazionali in “Congiunzioni festival Internazionale” presso Centro Culturale Candiani di Mestre

2018 Edita per Marco Saya Edizioni il libro di poesie “Quintessenza” con selezione al Premio “Lorenzo Montano” 2018

2019 “Punto poesia” cura con Francesco Mandrino un intervento sulla poesia

2020 Edita “L’allarme del crepuscolo” per Marco Saya edizioni

ARTISTA IN SALDO Affrettatevi…ultime occasioni!

Saldi ultime occasioni

Domenica 15 gennaio 2012 dalle ore 18 in avanti, senza limiti.
ARTISTA IN SALDO
GIOCO/PERFORMANCE/PROVOCAZIONE: ARTISTI TRA DANZATORI, ATTORI, MUSICISTI, POETI E PITTORI IN SALDO! PROPRIO COSÌ, SONO IN SVENDITA. AL MIGLIOR OFFERENTE. SI ESIBIRANNO PER UN MASSIMO DI 20 MINUTI A PREZZI STRACCIATI.
IN OCCASIONE DELLA MOSTRA/EVENTO “Soldi d’artista”, E DELLA CRISI, TORNA AD ESSERE ATTUALE… Continua la lettura di ARTISTA IN SALDO Affrettatevi…ultime occasioni!

Spettacolo di e con Elisabetta Salvatori: mercoledì 14 dicembre

mercoledì 14 dicembre 2011, ore 21, spettacolo  di e con Elisabetta Salvatori. Prima protagonista della stagione spettacoli di Spazio Tadini è Elisabetta Salvatori che presenta  la storia della vita di Dino Campana, straordinario autore di pagine di poesia, morto nel 1932, a 46 anni, in manicomio, dopo esservi stato recluso per 14 anni. Il testo dello spettacolo è costruito su fonti e documentazioni originali. Le musiche, eseguite da Matteo Ceramelli (violino) sono originali, composte appositamente per lo spettacolo.

É l’infanzia del poeta, il rapporto difficile con la famiglia, il rifiuto, già nella primissima infanzia, che la madre ebbe di lui.

É il rapporto con il Mugello, terra amata e odiata dalla quale partiva per i suoi viaggi, e nella quale trovava rifugio.

É il rapporto con i compaesani, e i letterati dell’epoca.

É l’unica storia d’amore che ha vissuto, con una donna complicata come lui: Sibilla Aleramo.

Ed è soprattutto la sua poesia, il suo essere poeta per dare senso a una vita che fu un infinità di calvari.

Chi ama Campana lo trova raccontato con rispetto, chi non lo conosce entra in un mondo commovente, doloroso ma poetico.

Prenotazione obbligatoria, posti limitati.

Lo spettacolo Viola fa parte del ciclo di spettacoli collegati al Progetto Spazio, corpo e potere.

Spazio, corpo e potere  è il nucleo centrale, tematico e di indagine, della nuova edizione di Coreografia d’Arte (novembre 2012) e della programmazione spettacoli 2011/2012 di Spazio Tadini.

A partire dalle infinite sollecitazioni nate da questo nucleo tematico, sono stati selezionati protagonisti del mondo del teatro e della danza che per loro percorso e storia trattano e indagano regolarmente queste tematiche, o spettacoli il cui tema, spunto o sviluppo toccasse questo nucleo tematico.

Parallelamente agli spettacoli della stagione Spazio Tadini – che quest’anno si è voluta far iniziare a dicembre per farla terminare a novembre 2012 con il Festival Coreografia d’Arte, culmine dell’indagine Spazio, corpo e potere – si svolgerà, dal 29 novembre 2011 a novembre 2012, anche un un ciclo di interviste dal vivo, nelle quali affrontare molteplici aspetti dello spazio, del corpo e del potere. La volontà e l’obiettivo, creando uno spazio di dialogo diretto e aperto, è quella di approfondire questi argomenti non solo in chiave teorica e teoretica, ma coinvolgendone e analizzandone le varie implicazioni con il sociale e l’individuo. Per questo motivo nella lista degli intervistati oltre a uomini di teatro, artisti e coreografi vi sono anche cittadini, professionisti che, per mestiere, interesse o vissuto, hanno a che fare con lo spazio, il corpo e il potere: un pilota di aereo, un muratore, un pediatra, solo per citarne alcuni.