Verso EXPO 2015 con Davide Foschi – a Spazio Tadini anche con la cucina Metateista

Dal 20 marzo al 3 aprile 2015

Inaugurazione 20 marzo ore 18.30

 

 Il ristorante vegano Cibò presenta una degustazione nello spirito dell’evoluzione espressa dal Manifesto del Metateismo e in particolar modo ispirandosi al manifesto della cucina Metateista. Presentano Marcello Mattucci e Anna Laura Rossini

Davide Foschi presenta alla casa museo Spazio Tadini dal 20 marzo 2015 un’anteprima della mostra che sta organizzando per Expo 2015 con cinque opere importanti del suo percorso artistico e rilancia non solo la corrente artistica da lui fondata, il Metateismo, ma anche la sua nuova idea di cucina. Così, a Spazio Tadini, dal 20 marzo al 3 aprile saranno due le mostre che invitano gli spettatori ad un percorso di riflessione sul rapporto arte e cibo: da una parte Laura Zeni, con l’esposizione inaugurata l’ 11 marzo “Mangia con la testa” presieduta dalla cantina Lusenti e dal cibo della Cascina Nibai con il pane fatto dai detenuti del carcere minorile Beccaria e dall’altra, Davide Foschi con la mostra Davide Foschi Verso Expo 2015 e la cucina metateista rappresentata dal ristorante vegano Cibò che il giorno dell’inaugurazione presenta uno dei piatti realizzati secondo i dettami del manifesto della cucina metateista.

Riscoprire la linea dell’evoluzione dell’arte prima delle recenti cadute negli ultimi decenni, congelata da una mera e inutile provocazione, e riprenderne il senso intrinseco: il risveglio della coscienza” è la missione di Davide Foschi, un artista che si è spinto a creare un movimento, con tanto di manifesto: il Metateismo.

A questa idea di arte si è aggiunta la cucina metateista: “Oggi come oggi la chimica e la tecnologia in ambito culinario, esattamente come agognato dai Futuristi, trova grande spazio, spesso a discapito della ricerca delle radici, dei sapori autentici, della memoria e del relativo senso dell’evoluzione. Da queste istanze nel 2015 nasce da Foschi l’idea di un Manifesto della Cucina Metateista, una sorta di nuovo codice deontologico e qualitativo, con principi fondamentali ispirati dal Manifesto  nel campo alimentare”.

Il critico e storico dell’arte Giammarco Puntelli ne parla così: “Davide Foschi, un nome ormai simbolo di evoluzione nell’arte. La cultura e le letture che ha fatto hanno alimentato il naturale talento di un Foschi che stupisce con la leggerezza pittorica e lo spessore filosofico con il quale affronta figure e soggetti entrati nelle tradizioni di una riflessione internazionale sull’esistenza e la ricerca spirituale dell’uomo di ogni tempo (…)”.

L’’Ultima Cena” e “Madonna con Bambino” sono le opere di Davide Foschi scelte per partecipare con alcuni dei più grandi maestri italiani a “L’Arte e il Tempo” – da un’idea di Giulia Sillato, direzione artistica di Giulia Sillato e di Giammarco Puntelli – evento di Expo in Città in Expo 2015.  EXPO IN CITTÀ è la piattaforma culturale che il Comune e la Camera di Commercio di Milano hanno voluto affiancare al Padiglione Italia destinato all’alimentazione. L’Arte e il Tempo è l’official event che accoglierà le opere di Foschi dal 10 al 30 giugno 2015 presso il Palazzo dei Giureconsulti, in via dei Mercanti, angolo Piazza Duomo.

Davide Foschi – artista dotato di un dinamismo che lo spinge ad andare ben oltre la mera promozione del proprio lavoro –  ha aperto quest’anno, con la collaborazione di Rosella Maspero e un nutrito gruppo di artisti il CENTRO LEONARDO DA VINCI Arte, Scienza e Cultura verso un Nuovo Rinascimento in via A. Binda 56, Milano. Gli orari di apertura del centro: lun -sab 17.30.

Un pensiero su “Verso EXPO 2015 con Davide Foschi – a Spazio Tadini anche con la cucina Metateista”

I commenti sono chiusi.