MOSTRE MILANO: Pardo Kickhoeffel torna a Milano l’ecclettica artista berlinese sabato 15 febbraio a Spazio Tadini

SPAZIO TADINI INAUGURAZIONE SABATO ORE 16 di LUCE SUL CAMMINO

Pardo Kickhoeffel espose per la prima volta a Milano negli anni 90 approdando alla pittura da professionista portando sulle tele la complessità e della sua vita intensa e anche ribelle. Berlinese di nascita e cittadina del mondo visse in Spagna, Inghilterra, in Svizzera per poi approdare in Italia in Toscana, per molti anni ed ora nuovamente a Milano. Molti la ricorderanno per il suo passato da indossatrice e modella, qualcuno come danzatrice e coreografa, qualcun altro come musicista nel gruppo Sin Frontiers e cantante mezzo soprano drammatico, nell’interpretare Kurd Weill, Gospel e Spiritual. Certamente più nota come attrice coprotagonista con Maurizio Nichetti del cortometraggio “La Cabina” per la regia di Bruno Bozzetto (1973).

Non mancò, nella sua carriera artistica la presenza in diverse pubblicità del carosello come interprete e danzatrice. Scrisse novelle, ma non perse mai la passione del racconto tramite il disegno. Con matita e pennello, per esempio, per anni collaborò con Movimentoinactor Teatrodanza, realizzando una sorta di “reportage” pittorico sugli spettacoli della Compagnia.

Ha svolto la sua attività artistica prevalentemente in Toscana con la galleria Artpoint di Firenze, ma suoi lavori oli, acquarelli, disegni e sculture sono stati esposti in diverse personali e collettive in Italia (Milano, Firenze, Bologna, Parma, Piacenza, Trento) e all’estero (Insbruck, New York, San Francisco, Toronto).

La mostra personale a Spazio Tadini, per cui ha già partecipato alla collettiva benefica Save My Dream, segna il rientro dell’artista a Milano, città che l’ha accolta in Italia e dove ora si sta specializzando nella tecnica dell’incisione.