Fiorenzo Grassi, Fernando De Filippi, Mauro Pecchenino e Claudio Pozzani al finissage di Soldi D’artista con perfomance di Peter Hide – ARTE E CULTURA RESPONSABILE E POSSIBILE

VENERDI’ 10 FEBBRAIO ORE 21
Via Jommelli, 24 Milano

Serata dibattito e Perfomance di Peter Hide – 311065

INTERVENGONO
•    PER LO SPETTACOLO Fiorenzo Grassi, presidente dell’Agis Lombardia, direttore responsabile del Teatro Elfo Puccini e direttore dell’organizzazione generale e gestione teatri, nonchè presidente di MilanOltre e Adda danza.
•    PER LE ARTI FIGURATIVE Fernando de Filippi, pittore  ed ex direttore dell’Accademia di Belle Arti di Brera (da confermare)
•    PER LA POESIA E LA MUSICA Claudio Pozzani, poeta, musicista e  Organizzatore di eventi internazionali con l’associazione culturale Circolo dei Viaggiatori nel Tempo, fondata nel 1983
•    PER L’ARTE Mauro Pecchenino studioso, docente universitario e professionista di Comunicazione d’impresa e Marketing e fondatore di Flip Magazine

Moderatrice: Melina Scalise

La performance dell’artista Peter Hide 311065 trasformerà la serata in un’esperienza unica:   tutti i partecipanti  potranno camminare “in un mare di soldi”.

Soldi D’artista è più di una mostra, è un progetto vero e proprio per compiere un’azione di promozione del valore della cultura e del lavoro dell’uomo finalizzata. Si ambisce a farli diventare, come le “mele per la ricerca” ovvero strumento per raccogliere fondi a suo sostegno,  ma anche per proporre un nuovo concetto di valore e d’uso del denaro.
Pertanto, la chiusura dell’esposizione e del lancio dell’iniziativa non poteva che concludersi con una serata che potesse offrire spunti e stimolare riflessioni per proporre una partecipazione più consapevole e propositiva ai problemi che oggi vivono gli operatori del settore artistico e culturale italiano.
Spazio Tadini ha invitato esponenti di vari settori che per esperienza e professionalità possano dare informazioni, suggerimenti e presentare prospettive sulle possibilità di sviluppo e sostegno economico alla cultura.
L’obiettivo non è certo lamentarsi di cosa non funziona, ma, nello spirito di Soldi D’artista, trovare soluzioni creative alla crisi attraverso una visione non pessimistica, ma propositiva. Il confronto e il dibattito si crede che possa far nascere una maggiore cooperazione, un bisogno di dialogo e voglia di confronto, anche critico, tra coloro che oggi faticano a vivere di arte.
Fiorenzo Grassi, Fernando De Filippi, Claudio Pozzani e Mauro Pecchinino, toccheranno queste tematiche partendo dalle loro esperienze sul campo e dal loro settore di competenza. Si vuole offrire al pubblico partecipante una panoramica di come si muove la macchina artistica culturale nel nostro Paese e affronta la crescente carenza di fondi e la forte competizione consequenziale: un esito inevitabile che provoca divisioni e riduce le forze propositive da impiegare per ottenere risposte istituzionali. Si desidera altresì raccogliere qualche testimonianza su cosa succede all’estero, nel contesto europeo, in particolare, con cui condividiamo la “famigerata crisi dell’euro”.
L’associazione culturale Spazio Tadini cerca di proporre non solo idee creative e originali, come Soldi D’artista, riscuotendo grande attenzione da parte della stampa, ma vuole anche offrire i suoi spazi per aprire confronti, anche vivaci, tra le persone e tra la gente nella convinzione che i cambiamenti debbano coinvolgere tutti gli attori a partire dai singoli cittadini.
Con lo stesso spirito, infatti, organizza il 16 febbraio la mostra- rassegna Ritorno al Mediterraneo – dalla cultura greco-romana alla cultura dell’euro; quale ricchezza per l’umanità? Portando in Italia 5 artisti greci in collaborazione con il governo Greco, la comunità ellenica, il Centro di cultura Ellenico e il Club Unesco Il Caravaggio.
I Soldi D’artista rimarranno in permanenza a Spazio Tadini per raccogliere contributi per l’arte e la cultura (il ricavato viene ripartito tra gli aderenti) e per essere “prelevati” da altre realtà culturali che vorranno diffonderli e tutti teatri, le compagnie e le realtà culturali possono consultare il blog: https://spaziotadini.wordpress.com.