IMMIGRAZIONE

vedi anche http://speakerscornerhere.wordpress.com/


LUNEDI’ 27 GIUGNO ore 21
PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA CARTA INTERNAZIONALE  PER I DIRITTI DEI MIGRANTI
a cura di STEFANIA RAGUSA

A portare la Carta in Italia e a impegnarsi per la sua diffusione è stata la rete Primo Marzo
All’iniziativa del 27 giugno parteciperanno:
Cècile Kashetu Kyenge (coordinatrice/portavoce della rete primo marzo)
Stefania Ragusa (giornalista, scrittrice e fondatrice della rete primo marzo)
Cristina Sebastiani (fondatrice della rete primo marzo e blogger)
Paolo Buffoni (Arci)
Giuseppe Cassibba, artista e ideatore del logo del Primo Marzo

per saperne di più:
Speaker’s Corner Blog Carta Mondiale dei Migranti
Primo Marzo blog
sito di Stefania Ragusa
Cribaba blog

——————————————

PUNTI DI VISTA E SPEAKER’S CORNER  MARTEDI’ 21 GIUGNO ore 21
INCONTRO con rinfresco il rinfresco è offerto dall’Associazione Baobab onlus
Di e con MODOU GUEYE
Interverranno Gabriel Federico Manzanares, argentino e Aliou Diop, seleganese, Leonardo Castiglione dell’Associazione Baobab.

L’evento Punti di Vista fa parte della serie di eventi ospitati da Spazio Tadini dedicati al tema dell’immigrazione e dell’integrazione culturale.

Due persone appartenenti a culture e Paesi differenti, accomunati per lingua, o passato storico, o vicende socio-economiche che li hanno in qualche modo messi in contatto. A confronto due paesi che hanno una relazione tra di loro (es. Francia/Camerun quindi due Paesi legati per 40 anni da un trattato storico e due paesi che parlano la stessa lingua). L’evento mira ad offrire uno spazio di espressione culturale, a promuovere la conoscenza e gli scambi interculturali attraverso il dialogo.

Gabriel Federico Manzanares è nato a Cordoba (Argentina) nel 1970. Arriva in Italia nel 2001.
Ingegnere Civile, si diletta anche di teatro e cabaret. Infatti attualmente partecipa alle iniziative di “ Strangers in the night”, promosso da Zelig. Dal 2007 si occupa di una trasmissione nella TV Svizzera. Collabora con Cannizzaro Tv – Agenzia dei ragazzi, un portale web in cui raccogliere informazioni, commenti,video, servizi realizzati dai bambini e dai ragazzi su tematiche sociali, nazionali e internazionali.

Aliou Diop, giovane senegalese, collaboratore del progetto Radio, Internet, Favole a Teatro 2011 Realizzati dalle classi delle scuole ITSOS Marie Curie di Cernusco sul naviglio e IPSAR Vespucci, IC Casa del Sole e ITSOS Albe Steiner di Milano (AS 10/11). Collabora con Modou Gueye con Fondazioni 4 Africa Senegal. Partecipa al progetto Guida alla salute – Il diritto all’assistenza sanitaria degli stranieri regolari e irregolari di PROGETTO DOMU DËKK BI.

DURANTE GLI EVENTI E PER TUTTA LA DURATA DELLA MOSTRA “I Muri dopo Berlino si chiamano Frontiere” SARA’ ATTIVO LO SPEAKER’S CORNER, SIA FISICAMENTE CHE ONLINE.Spazio Tadini, nelle sue sale ha riprodotto lo Speaker’s Corner di Hyde Park, a Londra. Riproducendone e attuandone l’esempio del concetto di libertà di opinione: qualsiasi persona potrà presentarsi senza essere annunciata e parlare. L’invito ad aderire a questo spazio di dialogo e comunicazione è rivolto in particolare agli immigrati. Il tutto sarà riportato nel Blog dedicato alle iniziative – http://speakerscornerhere.wordpress.com – L’obiettivo è stimolare il confronto su un tema di forte attualità e drammaticità come l’immigrazione. La permanenza del Blog vuole dare vita a un luogo di incontro, confronto e crescita. Permanente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

CASA MUSEO in memoria di EMILIO TADINI- arte, cultura, eventi – Milano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: